Quantcast

Infiltrazioni nelle palestre di Parabiago. Il sindaco risponde.

Colpa delle bombe d'acqua

PARABIAGO – Il Pd di Parabiago attacca la giunta sul problema impianti sportivi: “A seguito di diverse segnalazioni da parte di alcuni cittadini che usufruiscono delle palestre, è stato evidenziato lo stato di degrado e incuria di alcune strutture, in particolare: infiltrazioni d’acqua nella scuola elementare Musazzi di San Lorenzo, mancanza di canestri e usura di altri che non ne permettono il corretto utilizzo in diverse strutture della città, impossibilità di usufruire degli spazi da parte delle associazioni quando le scuole sono chiuse per festività. Siete a conoscenza delle condizioni in cui versano le strutture? In tal caso quali sono i fondi e gli interventi previsti per le palestre presenti sul territorio comunale e com’è gestita la manutenzione ordinaria delle strutture? Quali accordi l’Amministrazione ha preso con le associazioni sportive che ne usufruiscono e qual è la convenzione che regola l’utilizzo? E’ previsto da parte del sindaco un incontro con le associazioni per la risoluzione di questi problemi?”.

Non si fa attendere la risposta del sindaco Raffaele Cucchi: “Nel corso di questi mesi abbiamo portato avanti una serie di manutenzioni ordinarie agli impianti. Nella palestra delle scuole Musazzi abbiamo proceduto anche alla pulizia dei pluviali. Purtroppo durante le cosiddette bombe d’acqua si verificano infiltrazioni, ma a causa di problematiche strutturali, come la conformazione del tetto. Prevederemo dei lavori straordinari, per cercare di risolvere le criticità. A ottobre poi abbiamo riqualificato le palestre a Villastanza e San Lorenzo anche attraverso l’installazione dell’illuminazione e led per un costo di circa 22.500 euro. Infine abbiamo sostituito i canestri in via Brescia e alle scuole Rancilio. Purtroppo c’è voluto del tempo perché la ditta (l’unica ad aver partecipato al bando) è intervenuta dopo svariati nostri solleciti. Abbiamo in programma la sostituzione del tabellone luminoso alla palestra delle Rancilio perché purtroppo è sparito un connettore. Ho anche incontrato più volte le associazioni sportive, così da tenere in considerazione le loro richieste”.