Quantcast

La nuova reggenza della contrada San Magno

Nuovi reggenti visibilmente emozionati

LEGNANO –  Per chi il Palio lo vive e lo respira sempre, l’investitura religiosa della propria contrada è una ricorrenza attesa con tanta trepidazione. Avendo sospeso nel 2020 le cerimonie commemorative a causa dell’emergenza sanitaria, ritrovarsi quest’anno per celebrare questa giornata ha avuto un significato molto speciale per i contradaioli rossobiancorossi.

san magno

Secondo la tradizione, la mattina del 5 novembre è dedicata alla visita delle case di riposo della città, che quest’anno non ha potuto essere realizzata per via delle norme anti-Covid. La Contrada ha comunque voluto esprimere la sua vicinanza agli ospiti residenti nelle strutture consegnando delle ceste contenenti un dispositivo antistress, offerto dal poliambulatorio specialistico Human Clinic di Legnano.

Appuntamento poi al pomeriggio alle ore 18 in basilica: a presiedere la funzione Monsignor Luca Raimondi, Vicario Episcopale zona quattro e Vescovo Ausiliario della Città di Milano. Al termine della celebrazione liturgica è avvenuta l’investitura ufficiale della nuova reggenza: dopo il passaggio di consegne tra Giacomo Albertalli e Alessandro Zanovello e la vestizione del mantello della nuova Castellana Lavinia Mescieri, è stato presentato lo Scudiero Matteo Magnani, in un’atmosfera suggestiva e carica di emozioni.

san magno

A fare da sfondo canoro alla cerimonia il Coro Jubilate, diretto dal maestro Paolo Alli, che ha contribuito a dare solennità alla celebrazione con canti sacri magistralmente eseguiti. La cerimonia in basilica si è conclusa con la consegna del 45° Premio San Magno al dottor Alessandro Centinaio, che, grazie alla passione e all’estrema professionalità, ha raggiunto negli anni altissimi livelli nel mondo dello sport equestre. Presidente dal 1992 della commissione veterinaria e responsabile del primo servizio di emergenza del Palio di Legnano, ha fondato la “Horse Ambulance Group”, eccellente struttura e servizio di prima emergenza, con ambulanze veterinarie, dedicate al soccorso dei cavalli.

Sono sempre i sogni a dare forma alla realtà. L’augurio che voglio fare a tutti, soprattutto ai ragazzi di contrada, è di sognare sempre e di dare forma ai vostri sogni, lavorando insieme”, ha commentato commosso il dottor Centinaio.
A conclusione della cerimonia in basilica, l’intervento del Supremo Magistrato, il sindaco Lorenzo Radice, che ha esteso a tutti l’invito di “lavorare uniti e con coraggio e un pizzico di follia per far ripartire la città di Legnano”.

san magno

La Contrada ha voluto ringraziare Mons. Raimondi con un dono speciale: un’opera acquaforte esclusiva realizzata dall’artista Antonio Gatti e tirata al torchio a mano da Moreno Chiodini, tiratura limitata 1/100.
La serata è poi proseguita presso MondoDomani Sporting Club, che per l’occasione si è vestita dei colori rossobiancorossi, con decorazioni appositamente realizzate dalle dame di Contrada. La tradizionale cena conviviale è stata scandita da momenti salienti, quali la proclamazione e la consegna delle pergamene alle nuove nomine, la presentazione del calendario 2022 e il saluto ufficiale al fantino prescelto per la Contrada San Magno, Valter Pusceddu.

Obiettivo del calendario 2022 omaggiare Antonio Canova a 200 anni dalla morte, riproducendo le sue opere più famose in abiti medievali. Come assaggio del progetto fotografico, realizzato in ogni sua parte da ragazzi di contrada e ambientato nelle sale del maniero, sono stati esposti i pannelli degli scatti, realizzati dal fotografo e contradaiolo Diego Molaschi, con la regia di Roberto Clerici.

Di seguito, le nomine di quest’anno:
Priori: Andrea Scarpa
Dame: Angelica Di Lena, Sofia Di Simplicio, Cecilia Landini, Michela Ravaioli
Cavalieri: Franco Amboldi, Federico Clementi, Carlo Conti
Damigelle: Isabella Rizzo
Consegna della Commenda a: Loredana Monti, Elisa Pagani, Fausta Scola

Nel corso della cena hanno preso la parola tutti i nuovi reggenti, visibilmente emozionati, che hanno ringraziato tutti i presenti per la partecipazione numerosa.

In ultimo, ma non per importanza, sono stati fatti dei doni speciali: il Gran Priore ha consegnato gli stemmi araldici a Capitano, Castellana e Scudiero di nuova nomina e a due priori di contrada, Massimo Martina e Stefano Rampinini, che andranno ad arricchire il bellissimo soffitto a cassettoni della sala d’armi del Maniero di via Berchet, e le quattro coppie convolate a nozze in quest’ultimo anno hanno ricevuto dei piatti in peltro.