Quantcast

Sedriano, l’Ardens piega Pavia

I milanesi agganciano i pavesi in classifica

SEDRIANO (MI) – Responsabilità, attenzione, gioco di squadra. Con queste premesse l’Ardens Sedriano coglie la vittoria con la forte SanMaurense Pavia e la dedica al proprio capitano Fabio Corazza, costretto a terminare la stagione anzitempo a causa dell’infortunio al legamento crociato. Pavia agganciata in classifica a quota 8 punti.

Al via si rivela buono l’approccio dei biancorossi, che guadagnano vantaggio prima con la tripla di Tonella (9-6), poi con quelle di Gatti e Cogliati (19-13 al 5′), mentre Pavia tiene il passo con Infanti e Gatto. Sarà un continuo punto a punto, e la frazione termina con i canestri dalla panchina per Sedriano, mentre i viaggianti segnano dalla lunetta, 26-24 al 10′.

Nel secondo quarto si accende Infanti, che guida i suoi al sorpasso sul 30-34 del 14′ con la collaborazione di Gatto e Gavoni da tre punti. Sedriano si mantiene in vita con il solo Gatti e alza l’intensità difensiva, risalendo fino al 36-39 con la schiacciata di Porta al 16′. Si segna praticamente a fatica, fioccano gli errori e le sbavature, e sulla sirena dell’intervallo il reverse di Gatti riporta l’Ardens con la testa avanti, 40-39.

Al rientro in campo Sedriano affonda con rabbia il colpo con buone trame offensive: le bombe di Cogliati (due) Gatti e Tonella, sembrano tramortire Pavia, il punteggio segna +14 al 26′ (56-42). Pavia non è affatto vinta, ricuce subito con Infanti e Biraghi, break di 0-8 e di nuovo tutto in discussione. Sedriano respira dalla lunetta ma si avverte la sensazione che sarà ancora lunghissima, 62-55 al 30′.

Ad inizio frazione Pelusi esce per limite di falli, e si ricomincia con il 2+1 di Gatti, ma la SanMaurense è sempre lì in agguato, e con i punti di Infanti e Botteri lasciati colpevolmente liberi di colpire arriva il nuovo sorpasso sul 67-69 al 33′. Nel frangente Sedriano è abile nel mantenere i nervi saldi e armare nuovamente le bocche da fuoco: Porta da tre cui risponde Infanti per il 72 pari. Per falli finisce la partita anche di Ragni e Botteri, e da quel momento gli ospiti calano, non trovando più la via del canestro. Dall’altra parte la difesa in aggiunta alla serie di liberi di Cogliati conduce al trionfo sull’82-75, tra la grande gioia di squadra e pubblico presente.