Knights Legnano-Cecina 20-0, i toscani non faranno ricorso

''Anche se siamo risultati perdenti sul campo ci riteniamo moralmente vincitori'', spiega il CDA dei toscani

LEGNANOIl Basket Cecina non farà ricorso contro il 20-0 che il Giudice Sportivo ha inflitto alla squadra toscana dopo la decisione di non scendere in campo al PalaBorsani contro i Knights Legnano nella gara dello scorso 19 dicembre.

La decisione è stata annunciata dal Consiglio di Amministrazione del club attraverso un comunicato stampa pubblicate nelle scorse ore:

In riferimento alla gara n° 1650 del 19/12/2021 tra J.K. LEGNANO e SINTECNICA BASKET CECINA il giudice sportivo Nazionale ha attribuito ai sensi dell’articolo 14 R.E. gare la vittoria con il risultato di 20 – 0 in favore di J.K. LEGNANO non adottando ulteriori provvedimenti. Nel momento in cui abbiamo deciso di assecondare la richiesta dei nostri atleti, di non disputare la partita perché non ritenevano rispettate le norme antigeniche a tutela della salute, richiesta rifiutata da J.K. LEGNANO, avevamo la consapevolezza che in sede di giustizia federale saremmo stati penalizzati con la sconfitta decretata a tavolino. La nostra scelta è stata dettata esclusivamente dalla necessità di tutelare in primis la salute che riteniamo sia preminente rispetto al risultato sportivo. Sportivamente parlando avremmo avuto tutto l’interesse a giocare, oltretutto eravamo già sul posto, in quanto Legnano era priva oltre che del giocatore risultato positivo al COVID-19 anche di un altro atleta con cui aveva rescisso il contratto in settimana.

Il CDA della SINTECNICA ha deciso, in base ai vigenti regolamenti di non presentare istanza di ricorso. Ci preme tuttavia segnalare, nell’interesse di tutto il movimento del Basket, che l’attuale regolamento risalente ai primi giorni di ottobre, non è più adeguato purtroppo alla mutata situazione epidemiologica, e ci auguriamo che presto sia rivisto. Quello che è successo dopo la nostra rinuncia del 19/12 testimonia quanto sia stato giusto far prevalere l’aspetto sanitario rispetto a quello sportivo. Oggi in Italia, si sono registrati 78313 casi di positività di cui quasi 29000 in Lombardia, del campionato di serie A domenica è stata disputata una sola gara, la FIP Toscana ha annullato tutti gli allenamenti del progetto azzurro per la selezione di atleti giovanili, ed altri innumerevoli esempi potremmo citare. Quindi anche se siamo risultati perdenti sul campo ci riteniamo moralmente vincitori e in situazioni analoghe tuteleremo sempre e prima di tutto la salute degli atleti, dello staff, dei dirigenti e dei loro familiari. In ogni caso la Sintecnica lotterà lealmente sul campo di gioco per ottenere i migliori risultati sportivi.”