Quantcast

Legnano, anche agenti in borghese per verificare il green pass

Misure anticontagio per il periodo delle festività: mascherine in centro e rafforzamento controlli della polizia locale

LEGNANO – Saranno messi in campo anche agenti della Polizia Locale in borghese per verificare il possesso del green pass nei luoghi dove il suo uso è obbligatorio. E’ quanto prevede l’Ordinanza firmata oggi, giovedì 2 dicembre, dal Sindaco di Legnano Lorenzo Radice contenete le nuove misure di contenimento dell’epidemia, che in questi giorni ha visto una crescita dei casi di positività in città.

Sulla base dell’indirizzo operativo dato dalla Prefettura di Milano, la Polizia Locale di Legnano rafforzerà infatti i controlli sul territorio in tutte i luoghi dove vige l’obbligo di green pass, come ristoranti, interno dei bar per i clienti seduti ai tavoli e sale da ballo. Previsti anche controlli a campione nei mercati e nelle vie del centro città, che, almeno in una prima fase, si limiteranno a sensibilizzare ed informare i cittadini senza multarli.

Sarà inoltre obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto, dal 4 dicembre al 6 gennaio dalle 10 alle 20 di ogni sabato, domenica o giorno festivo nell’area centrale della ZTL, la zona a traffico limitato, ed in tutti i luoghi all’aperto in occasione di eventi che comportano rischio di assembramento e affollamento, come il mercato, la pista di pattinaggio, i concerti, il presepe vivente.

L’Ordinanza prevede che gli organizzatori di eventi di carattere privato dovranno informare sull’obbligo della mascherina con avvisi ben visibili ai varchi d’ingresso e nei percorsi interni, nonché far presidiare gli ingressi principali da personale che informi e sensibilizzi il pubblico.

Le misure che mettiamo in campo in occasione delle festività natalizie hanno uno scopo preciso: combattere la diffusione del virus per lasciarci alle spalle il prima possibile la pandemia – ha commentato il Primo Cittadino legnanese – Va in questa direzione il rafforzamento dei controlli sui green pass nelle attività commerciali cominciato la scorsa settimana: l’obiettivo è permettere la continuità delle attività economiche e la socialità. Fare più controlli significa garantire più sicurezza e minimizzare il rischio di ulteriori limitazioni o chiusure; eventualità, questa, che dobbiamo fare di tutto per evitare“.

Una misura che ha trovato il pieno consenso della locale Confcommercio, come spiega il Presidente Paolo Ferrè: “Unione Confcommercio diramerà una circolare a tutti gli associati per sensibilizzare sulla necessità di attenersi alle norme e per informare sull’intensificazione dei controlli nel periodo festivo che ci attende. Non si può transigere: stiamo parlando della salute di tutti i cittadini e devono essere i commercianti per primi a rispettare le regole e a farle rispettare, anche a costo di riprendere i propri clienti. I dati sulla diffusione del virus sono in aumento e dobbiamo fare di tutto perché non peggiorino ulteriormente. Non possiamo permetterci di tornare nella situazione che abbiamo vissuto l’anno scorso