Quantcast

La fotonotizia di SportLegnano it

Moderna Legnano, Chiara Piazzese vola nella finale del Nazionale di Categoria Gold

La ginnasta legnanese entra le le prime sette atlete italiane

CHIETI (CH) – Chieti, arroccata lassù, strade impervie ma tanta bellezza tutt’attorno a 360°. Bellissimo anche il palazzetto dell’Armonia d’Abruzzo, società ospitante il Campionato Nazionale Gold Junior e Senior di ginnastica Ritmica, la massima competizione per le individualiste. Tortuoso più che mai l’accesso a questo campionato in questa stagione, vi accedevano direttamente le campionesse regionali, quindi il podio della fase interregionale.

La Moderna Legnano ha portato alla finale Nazionale ben tre ginnaste: Rebecca Grazioli (senior), Chiara Piazzese (Junior 3) e Francescapia Pollio in gara con i colori di Juvenilia (Junior 2). Si parte sabato 27 con le junior 2, Francescapia Pollio nonostante qualche errore dovuto alla notevole tensione, desta un’ottima impressione, molto elegante in pedana in tutti e tre gli attrezzi di qualificazione (cerchio, clavette e nastro). Non riesce ad entrare in finale ma si classifica diciottesima su ben trentuno ginnaste partecipanti. Avrà tutto il tempo di maturare, il suo percorso é appena iniziato.

Seguono le junior 3, Chiara Piazzese entra alle clavette, ottima esecuzione anche se commette un errore, il primo punteggio è buono, ma qui non si può sbagliare. Il nastro, secondo attrezzo è quasi perfetto, ma è il cerchio che esegue da manuale e che la porta dritta in finale, riservata alle otto miglior ginnaste di ogni categoria, con un notevole 18,550. In finale chiude con una bellissima palla, senza sbavature, che le garantisce un altro ottimo punteggio: 17,300. È la settima ginnasta d’Italia. Un volo che non si ferma da ben tre anni, è infatti il terzo anno consecutivo che Chiara entra in finale al Campionato Nazionale di categoria, grande impresa per una grande ginnasta.

Domenica 28, in pedana le Senior, é il turno di Rebecca Grazioli, al suo primo anno tra le grandi. Rebecca parte molto bene con i primi due attrezzi, palla e clavette, che esegue senza perdite, anche se forse un filo contratta per l’inevitabile tensione. Il cerchio non è dalla sua, le scappa via e va ad inficiare un possibile ingresso tra le finaliste. Chiude diciassettesima. Esperienza comunque importante, un altro mattoncino per la sua crescita professionale.

Un plauso alla fine di questo 2021 va ad una grande Direttrice Tecnica, Elisa Porchi, sicuramente per il lavoro di quantità, ma soprattutto per quello di qualità. Si chiude un anno incredibile iniziato con la promozione in A1, continuato con il titolo di Vicecampionesse nel campionato d’insieme ai 5 cerchi e concluso con questo Nazionale, senza contare le numerose finali delle allieve e della specialità.