Quantcast

Bicipolitana a Legnarello, botta e risposta tra Comitato Vivi Legnarello e Comune

Il sondaggio promosso da Palazzo Malinverni fa discutere

LEGNANO – Il sondaggio sulla Bicipolitana a Legnarello avrebbe dovuto essere un modo per trovare un accordo, invece si sta trasformando in un momento di divisione.

Il Comitato Vivi Legnarello con un comunicato ha infatti espresso il proprio rammarico e disappunto per l’avvio del sondaggio sulla Bicipolitana, in discussione tra le vie Volta e Foscolo: “Il comitato aveva esplicitamente richiesto di poter condividere il testo e le modalità di comunicazione del sondaggio ora lanciato fra gli abitanti della sola via Ugo Foscolo, quando era stato dichiarato alla stampa un coinvolgimento maggiore.

Constatiamo con rammarico – fa notare il Comitato – che il sondaggio è partito ed è fortemente fuorviante perché fa credere che in via Ugo Foscolo si perderebbero 40 parcheggi SOLO se si realizzasse la Bicipolitana in questa via. Invece, i parcheggi si perderebbero COMUNQUE anche se la Bicipolitana passasse da via Volta, perché autobus e mezzi pesanti sarebbero dirottati su via Foscolo. Pertanto, il sondaggio così formulato è fuorviante e nasconde agli abitanti di via Foscolo quanto realmente accadrebbe, si veda quanto deliberato dall’amministrazione con Delibera di Giunta n°163 del 01/09/2021.”

Bicipolitana a Legnarello, parte il sondaggio

Riteniamo inoltre pesantemente riduttivo un sondaggio limitato a poche decine di abitanti su una tematica che riguarda un intero quartiere – sottolinea il Comitato – Ribadiamo ancora una volta che esiste un serio problema di accessibilità a tutto il quartiere, con grave danno per residenti e commercianti della zona, non a caso sono state fatte proposte chiare e precise: come la rotatoria tra corso Sempione e via Volta. Ma in questo caso, dopo le aperture da parte dell’amministrazione comunale, tutto è diventato lettera morta. Questa non è la partecipazione e la condivisione che ci aspettavamo, ci farebbe piacere sapere come vuole agire realmente l’amministrazione comunale, evitando di trincerarsi dietro sondaggi che mettono i cittadini gli uni contro gli altri. Vivi Legnarello non si ferma e continua chiedere ascolto e condivisione.

Pronta la risposta dell’Amministrazione Comunale, che a sua volta, con un comunicato, ha ribattuto punto su punto quanto espresso dal Comitato: “Alla luce della nota diffusa dal comitato Vivi Legnarello si rendono necessarie alcune precisazioni di merito e di metodo“.

Sulla questione parcheggi, secondo Palazzo Malinverni, “nel caso la Bicipolitana si realizzasse in via Volta e la via Foscolo diventasse a senso unico, tutti i parcheggi sarebbero spostati su un solo lato per rendere più agevole il transito dei mezzi. Il numero dei parcheggi resterebbe inalterato, salvo eventualmente pochissime unità.”

Riguardo all’oggetto del sondaggio, “l’Amministrazione comunale ha promosso un sondaggio per valutare con più precisione un orientamento segnalato dal comitato stesso, ossia che i residenti di via Foscolo preferirebbero la perdita dei parcheggi all’aumento del traffico veicolare. L’obiettivo del sondaggio è stato esplicitato da subito al comitato negli incontri avuti, nei sopralluoghi effettuati dall’assessore Marco Bianchi ed è testimoniato dallo scambio di mail intercorso fra l’assessore stesso e i referenti del comitato; comunicazioni in cui è stata inserita, per conoscenza, anche la Consulta territoriale Oltresempione.”

Nel comunicato della Giunta Radice viene data anche una spiegazione sulla finalità del sondaggio: “l’esito del sondaggio servirà ad avere una visione più chiara e puntuale delle preferenze dei residenti rispetto ai due scenari prospettati. Questo riscontro costituirà un elemento importante per assumere la decisione più appropriata per la viabilità nella zona.”

Secondo l’Assessore alla Mobilità Marco Bianchi, “il sondaggio è una tappa del percorso che l’amministrazione ha intrapreso con il comitato per arrivare a una decisione il più possibile condivisa e informata sul passaggio della linea 1 della Bicipolitana a Legnarello. È una forma di partecipazione mai sperimentata prima in città che vuole aprirsi all’ascolto dei cittadini residenti, quelli coinvolti dalla realizzazione dell’intervento, e in cui crediamo. Questo sondaggio non mette la parola fine al dialogo con il comitato e il quartiere; costituisce anzi un elemento per continuare il dialogo su basi più certe. Un dialogo che, per l’amministrazione, ha una sola finalità: arrivare a una situazione viabilistica che faciliti il collegamento da e per Legnarello“.

Insomma, le piste ciclabili saranno anche, utilizzando un termine particolarmente di moda, “inclusive“, ma la loro genesi qui a Legnano appare al momento decisamente “divisiva“.