Quantcast

Scuola e sport: si teme una marea di quarantene!

Regole da riscrivere altrimenti si blocca tutto

LEGNANO –  Oggi riaprono le attività sportive di base e anche la scuola. Un connubio che sta preoccupando e non poco le famiglie, molte delle quali per via del picco dei contagi di questi giorni che potrebbe portare diverse famiglie in quarantena.

In particolare preoccupano le regole della scuola:

Per quanto riguarda asili nido e scuola dell’Infanzia già al primo caso di positività viene disposta la quarantena per 10 giorni e il personale scolastico è obbligo a utilizzare le mascherine Ffp2. Invece nella scuola Primaria con un solo contagio la didattica in presenza va avanti ma i bambini dovranno essere sottoposti subito a un test rapido e poi a un secondo tampone dopo 5 giorni, in caso di due positività si va subito in quarantena per 10 giorni.

Per quel che riguarda Medie e Superiori, dagli 11 anni in su quindi, con un solo caso si resta tutti in classe, sempre con mascherina Ffp2 e con un test antigenico da eseguire ogni 10 giorni. Nel caso in cui i positivi siano due gli studenti non vaccinati vanno in Dad. Didattica a distanza anche per i vaccinati e i guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri la scuola continua in presenza ma con tampone rapido ogni 10 giorni e indossando la mascherina Ffp2. Nel caso in cui ci siano tre positivi in classe scatta per tutti la Didattica a distanza.

Nel calcio la Figc lombarda ha chiesto di non disputare al momento amichevoli o tornei. Torna l’attività di base con tutte le cautele del caso, ma la normalità in tal senso è ancora lontana.

Anche in questo caso si rischiano le quarantene di squadra e moltissime squadre hanno al momento rose decimate a causa dei contagi.

Insomma una situazione non chiara che al momento sta congelando la vera ripresa del dopo festività in un gennaio che di preannuncia difficile.