Quantcast

Tutto facile per Wiz Basket Legnano!!

Il tabellone alla fine di WIZ Basket Legnano-OSL Garbagnate segnala un rotondo 88-66

LEGNANO – Il tabellone alla fine di WIZ Basket Legnano-OSL Garbagnate segnala un rotondo 88-66, ma tutti i presenti al PalaKnights sanno che il +22 conclusivo è certamente meritato, e ci mancherebbe altro, ma anche più sofferto rispetto a quanto non faccia pensare il gap. Garbagnate infatti si dimostra squadra tenace e nonostante le assenze (out Diakhate e Meroni), gli acciacchi (un leader come Maina limitato da problemi fisici) e un avvio oggettivamente spaventoso, fa il possibile per rimanere attaccata alle caviglie dei legnanesi. E per oltre 25 minuti ci riesce pure.

WIZ comincia la gara con Rinke, Hamadi, Fasani, Cantarin e Mike D’Ambrosio, ma il bomber Hamadi è subito afflitto da problemi muscolari.  Poco male per Legnano che sulla spinta del duo Fasani-Cantarin corre subito sul (13-2 al 5°). Garbagnate nel primo quarto non è presente, produce solo cattivi tiri e palle perse e non appena anche Mike D’Ambrosio entra nella gara lo  strappo nel punteggio si allarga: (21-2 al 7°). Legnano gira il primo quarto sul 25-8 e quando Capitan Portaluppi fissa il +20 (33-13) la partita sembra pronta per il “ghiaccio”. Impressione sbagliatissima perchè Lorenzo Marrapodi, coach di Garbagnate, ordina la zona 3-2 e contro la difesa schierata Legnano perde fluidità e brillantezza.

Garbagnate prende fiducia dal buon lavoro difensivo e in attacco attiva le giocate di Costa, Jacopo Ripamonti e Colella per dimezzare lo svantaggio alla pausa lunga: 38-28.

Dopo l’intervallo Legnano prova ad allungare di nuovo sul +16 (46-30) con il miglior Mike D’Ambrosio della stagione (15 punti, 4/5 al tiro, 7/7 ai liberi, 10 rimbalzi, 5 assist), ma gli ospiti non cedono, infilano un controbreak di 8-0 con Maina, Costa e Pietro Ripamonti e tornano in scia sul 48-38.

A questo punto Legnano capisce che le distrazioni non sono più ammesse e stringendo definitivamente i bulloni della difesa produce il 16-4 che, adesso sì, costituisce il momento buono per scrivere il classico “The End” sullo schermo della partita. La tripla di “El Pistolero” Fasani che fissa il 62-44 al 28° esalta il pubblico legnanese e regala la serenità allo staff tecnico gialloviola. Poi, ormai in gas e in ritmo, WIZ dilaga fino al +28 (80-52 al 36°) e coach Beneggi concede spazio ai suoi Under.

WIZ Legnano 91 – OSL Garbagnate 88 – 66 (25-8) (38-28) (70-52)

WIZ: Cantarin 16, D’Ambrosio 15, Fasani 11, Rinke 10, Battilana 6, Portaluppi 6, Radice 6, Riboli 6, Hamadi Giosuè 5, Toia 5, Guzzetti 2, Mapelli.
Allenatore: Beneggi
OSL: Costa 13, Ripamonti J. 13, Colella 8, Del Vescovo 8, Corigliano 8, Maina 5, Ripamonti P. 4, Vismara 4, Miceli 3, Battaglino.
Allenatore: Marrapodi