Quantcast

Inizia la lotteria dei playout per la Sangiorgese

Contro Oleggio a Vanzaghello

SAN GIORGIO SU LEGNANO –  L’ultima  sconfitta interna con Empoli ha negato ai blu arancio il fattore campo ed assegnato nel tabellone play out Oleggio come avversaria di coach Nava, oltre alla vecchia conoscenza blu arancio Olivier Giacomelli, guardia/ala classe 1995.

Una serie che Serie che per la Sangio si annuncia molto complicata e difficile anche per via della possibile assenza di Sebastiano Bianchi.

Da parte sua Oleggio porta avanti il suo zoccolo duro: il play Guglielmo De Ros, l’ala grande Claudio Negri, la guardia Fabio Giampieri, il centro Alessandro Riva, centro, la guardia Mohamed Toure.

Così coach Davide Roncari intervistato da M.LINI:

Il momento della verità è giunto e sabato partirà la serie con Oleggio con in palio la permanenza in categoria. Come state e come arrivate sia fisicamente che mentalmente a questa prima sfida?
È arrivato il momento più tosto della stagione, arriviamo a questo appuntamento con le idee chiare su quanto valiamo, sarà una battaglia vera. Oleggio è una squadra che non merita la posizione in classica in cui si trova, ha un roster profondo e esperto. 

In tutte le partite giocate con Oleggio avete sofferto la loro fisicità. Che partita ti aspetti e come andrà interpretata?
Mi aspetto una partita dura, dove chi sbaglia meno e sta dentro il proprio piano partita ha un vantaggio.
Dovremo cercare di essere combattivi sin da subito, non farci schiacciare dalla loro fisicità ma pareggiarla subito e giocare il più possibile con la testa libera. 

Senza dubbio le partite di play out avranno da un punto di vista emotivo una tensione diversa rispetto al campionato. Che cosa dirai ai ragazzi?
Non dirò nulla di particolare, voglio una serie giocata da Sangio, una serie giocata con intensità, una serie giocata con grande cuore e grande rispetto per noi stessi.