Atletica Sangiorgese sul podio ai campionati regionali

Sofia Mariani, Rebecca Tubetti e Vera Quintana protagoniste

SAN GIORGIO –  Grande successo per l’atletica Sangiorgese che grazie a Sofia Mariani, Rebecca Tubetti e Vera Quintana conquista il terzo posto ai campionati regionali di squadra di prove multiple.

Nel weekend del 4 e 5 giugno si sono tenuti a Cairate i CDS (Campionati Di Società) di prove multiple: sabato 80hs e salto in alto, domenica giavellotto, lungo e 600m. Le tre draghette hanno disputato delle ottime prove su tutte e cinque le discipline ottenendo un punteggio complessivo finale di 8946pt che vale il terzo gradino del podio a soli 4 punti dalla seconda classificata.

Vera, lanciatrice al primo anno di categoria, fa la differenza nel giavellotto dove vince la gara con l’ottima misura di 35,72m. Ma non è da meno nelle altre discipline, registra infatti 14”88 sugli 80hs, 1.44m nel salto in alto, 4.00m nel salto in lungo e 1’55”40 nella temutissima ultima prova dei 600m. Per un risultato complessivo di 3151pt.

sangiorgese atletica

Sofia, nonostante un fastidio alla schiena che non le ha permesso di esprimersi al meglio, stringe i denti per le compagne e immagazzina comunque una buona quota di punti per la squadra. Notevole il risultato nel salto in alto dove supera l’asticella a 1.47m migliorando di 7cm il suo precedente personale. Ottiene poi 13”33 negli 80hs, 22.20m nel giavellotto, 4.01 nel salto in lungo e 1’52”33 nei 600m. Chiude a 3090pt.

sangiorgese atletica

Rebecca, anche lei al primo anno di categoria, tiene testa alle due compagne e non è da meno: 14”56 negli 80hs, 1.41m nel salto in alto, 19.54m nel giavellotto, 4.03m nel lungo e 1’56”19 nei 600m. Per un totale di 2705pt.

sangiorgese atletica

Grande soddisfazione da parte della società: “Le ragazze sono state bravissime. Ottenere questo piazzamento a livello regionale, in mezzo ai grandi nomi dell’atletica lombarda, non è facile. Ma la cosa che ci rende più orgogliosi è stato lo spirito con cui le nostre tre atlete hanno affrontato questa due giorni: per far bene prima di tutto deve esserci il divertimento e la voglia di mettersi in gioco, anche in discipline lontane dalla propria zona di comfort. Per altro sono anche riuscite a difendersi alla grande portando a casa un risultato di massimo rispetto!”