Brumana a Cap Holding: sulla moria di pesci non fare disinformazione

''La colpa non è dei temporali in Provincia di Varese''

LEGNANOFranco Brumana, consigliere comunale di minoranza del Comune di Legnano ed amministratore del gruppo Facebook Amici dell’Olona respinge al mittente l’ipotesi formulata da Cap Holding, società che gestisce il depuratore di Canegrate, secondo la quale la moria di pesci registrata nel tardo pomeriggio di venerdì 24 giugno sia da attribuire ai temporali.

PESCI morti nel fiume Olona? Colpa dei temporali

Apprezziamo – commenta Brumanache Cap Holding si sia mobilitata e che abbia compiuto prelievi e verifiche del suo impianto. Prendiamo atto che dichiara di non avere riscontrato anomalie nel suo depuratore e nei suoi sfioratori. Però dovrebbe evitare di disinformare i cittadini scrivendo che la causa della strage risiede nei temporali in provincia di Varese.

Dopo aver dato l’allarme – prosegue Brumanaieri sera abbiamo compiuto verifiche sul fiume da Legnano a Fagnano Olona. Non abbiamo trovato cadeveri di pesci nemmeno sugli isolotti sabbiosi e nei punti dove la corrente non li avrebbe portati via. Abbiamo intervistato pescatori che erano presenti sul fiume e che non hanno notato alcuna anomalia. Anzi mentre dove e’ stato rilevato l’avvelenamento dei pesci la fauna ittica e’ scomparsa, a Legnano i pesci risultano abbondanti ed in piena forma come dimostra la foto qui pubblicata e scattata oggi.”

A Legnano nessun problema per i pesci
Fiume Olona

Questa vicenda non può chiudersi così !
ARPA , l’agenzia regionale responsabile dei controlli e delle indagini, ieri non e’ neanche uscita a svolgere controlli. Attendiamo le sue indagini sia pure tardive e la giustificazione della sua inerzia. Comunque sia sporgeremo denuncia penale“, conclude Brumana.

(Foto Amici dell’Olona)

Parabiago, ancora una strage di pesci nell’Olona