Quantcast

Varese in serie C: pronti via servono 720mila euro per la burocrazia ordinaria

Il tutto lasciando perdere le graduatorie

VARESE – Lega Pro? Servono 720mila euro.

Questa la cifra che deve sborsare subito il Varese per mettersi a posto a livello burocratico per poter disputare il prossimo campionato in serie C. 300 mila euro vanno alla Figc, 300 mila euro sono per la fideiussione alla Lega Italiana Calcio Professionistico. Altri 120 mila euro sono i costi prima affiliazione in Serie C.

Se a questo si aggiungono le spese logistiche il costo è del doppio. Il tutto senza aver mosso un dito per allestire una squadra competitiva e neppure per mettere a posto lo stadio.

Il Varese ha vinto i playoff, ma adesso c’è la parte più difficile: quella dei soldi. Oltre a questo c’è la graduatoria dei ripescaggi che metterebbe il Varese in un posto scomodo perchè le quattro squadre in lizza del girone G sono messe meglio: Nuova Florida, Torrese, Arzachena, Afragolese.

Prima: Lentigione (2.18), Poggibonsi (2.17), Cavese (2.13), Union Clodiense Chioggia (2.11), Francavilla (1.86), Casatese (1.68) e appunto  Città di Varese (1.65) e Sambenedettese (1.61). Poi quelle del girone G prima del Varese.