Football Americano, i Frogs Legnano tornano in massima serie?

Le Rane potrebbero prendere il posto lasciato libero dai Seamen, che nel 2023 passeranno al professionismo

LEGNANO – A distanza di trecidi anni dalla loro ultima apparizione, i Frogs Legnano potrebbero nel 2023 tornare nella massima serie del campionato di Football Americano.

Il team neroargento, che vanta sei titoli di Campione d’Italia ed uno di Campione d’Europa (nella finale giocata al “Giovanni Mari” di Legnano nel 1989), ha infatti deciso di partecipare al bando per un posto in Prima Divisione, prendendo di fatto il posto lasciato libero dai Seamen Milano, che dal prossimo anno lasceranno il campionato italiano per partecipare alla ELF, la European League of Football, il campionato professionistico europeo.

Frogs Legnano-Lions Bergamo 13-20

Tra Frogs e Seamen, un tempo storici rivali, da qualche anno è nata una importante e proficua collaborazione, che proseguirà anche in futuro, cone spiegano i dirigenti del club milanese: “Milano ha aderito alla prossima ELF che nel 2023 la porterà a confrontarsi, unica franchigia italiana, con il meglio del football continentale, composto da squadre tedesche, austriache, spagnole, svizzere, polacche, ungheresi e turche. Grazie all’approdo nella lega che ambisce a divenire la versione europea della NFL, il Vigorelli, recentemente rinnovato, diverrà uno dei principali impianti del torneo, facendo da cornice ad almeno sei delle dodici partite che avranno luogo a partire dal 3 giugno con la speranza e l’ambizione di poterne disputare ulteriori nella fase finale. L’obiettivo dichiarato, infatti, è di creare un roster che possa fin da subito essere competitivo.”

Frogs Legnano-Skorpions Varese 0-54

Milano continuerà comunque a disputare i campionati giovanili in Italia ed inoltre, per dare la possibilità ai propri giocatori che ancora non risulteranno pronti per il professionismo, questo verranno girati ai Frogs Legnano, che li potranno schierare nel massimo campionato italiano: “L’opportunità di mettersi in luce e scalare velocemente le gerarchie per approdare al professionismo, saranno un grande stimolo per tutti sia da un punto di vista di crescita tecnica che umana – commentano i dirigenti dei Seamen – Il ritorno dei Frogs sul massimo palcoscenico nazionale, rappresenta inoltre una grande novità che farà certamente piacere a tutti gli appassionati del nostro meraviglioso sport.

Insieme dopo un tentativo nel 1987 proviamo a fare quello che i presidenti di allora non riuscirono a fare – commenta il Vice-presidente dei Frogs Matteo GuarneriSeamen e Frogs uniscono le forze per continuare una storia che dura da 41 anni. Una grande opportunità di ritorno a livello nella massima serie nazionale che ci rende fieri e contenti del lavoro e dei sacrifici fatti finora. Ma le novità non sono finite qui…

Resta infatti da definire dove verranno disputate le gare interne dei Frogs, che negli anni ’80 e ’90, all’apice del successo del team, giocavano regolarmente al “Giovanni Mari“. Diverse le opzioni sul tavolo, compresa quella di giocare fuori dalla Città del Carroccio.