Quantcast

Defibrillatore al liceo: “Gestione maldestra” dice il dirigente scolastico foto

Mail invitano ad effettuare bonifici per installare un DAE al Galileo Galilei

LEGNANOLiceo Galilei di Legnano al centro del mirino per l’installazione di un defibrillatore in palestra, motivo per il quale alcuni genitori di figli iscritti alla scuola superiore di Viale Gorizia avrebbero ricevuto delle mail che invitano a finanziare l’iniziativa con bonifici.

Il Liceo avrebbe in effetti concordato l’installazione di un defibrillatore con la “Armando Curcio Comuni d’Italia“, azienda che fornisce “DAE dotati di connessione autonoma 3G 24 ore su 24 che riducono i tempi per la somministrazione della prima scarica e aumentano i tassi di sopravvivenza“, come specifica sul proprio sito ufficiale, ma intorno al defibrillatore stesso ci sarebbero degli spazi pubblicitari in vendita, e sarebbe per questo che partono le mail “incriminate”, inviate per raccogliere sponsorizzazioni da aziende della zona.

Queste mail avrebbero il patrocinio, mai dato, del Liceo stesso, ma anche del Comune di Legnano, motivo per il quale il dirigente scolastico Marcello Bettoni si è detto molto stizzito e pronto ad agire per vie legali al fine di dirimere questa questione e tutelare la scuola, dal momento che “chi spedisce queste pubblicità lo fa in modo maldestro, presentandosi in maniera non appropriata”.

Non si tratterebbe dunque di una vera e propria truffa, bensì di una sorta di pubblicità mal gestita, sfruttando enti che non hanno dato alcun consenso all’utilizzo del proprio nome.