Quantcast

L’UYBA vince in rimonta contro Firenze fotogallery

Toscane in vantaggio 2-0 poi cadono sotto i colpi di Piani

BUSTO ARSIZIO – E’ un’UYBA dal doppio volto quella vista in campo questa sera contro il Bisonte Firenze: prima sotto 0-2, è stata poi capace di rimontare, spingendo la partita al tie break e vincendola con carattere, sebbene ovviamente l’avversario abbia tirato i remi in barca, sorpreso e abbattuto nel morale.

Decisivo il cambio Grobelna-Piani, con la n.1, MVP del match che ha saputo capitalizzare più della belga, segnando 9 punti nel terzo set e 6 nel quarto, da vera trascinatrice del gruppo. Firenze dal canto suo è partita molto bene, con la diagonale Dijkema-Lippman che sembrava poter vincere da sola il match, ma ad un certo punto qualcosa si è bloccato, la difesa ha cominciato a traballare e la buona Degradi, partita molto bene, ha ridotto il proprio impatto in fase offensiva.

UYBA che torna così in vetta alla classifica in coabitazione con l’Igor Gorgonzola Novara, in virtù dei 2 punti conquistati questa sera, mentre Firenze, ora a 9 punti in classifica, accorcia su Brescia e Monza, a una lunghezza dalle due lombarde.

Le due squadre scendono in campo con Herbots-Gennari, Orro-Grobelna, Botezat-Bonifacio e Leonardi libero per le biancorosse, Sorokaite-Degradi, Lippmann-Dijkema, Alberti-Popovic e Parrocchiale libero per il Bisonte Firenze.

Partita che parte in equilibrio fra le due squadre fino a quando Firenze trova due break ravvicinati che permettono l’allungo sul +4, prima con Alberti, Lippmann e Popovic (5-7), poi ancora con Popovic e Lippmann cui si aggiunge un out di Gennari per il 6-10. Firenze gioca con intelligenza e non fatica a trovare il 7-14, spinta da Popovic, trovata spesso abilmente in primo tempo dalla brava Dijkema.

Una spenta Grobelna fa l’11-19 dopo un ace di Degradi, ma Sorokaite e Lippmann prendono per mano il Bisonte e decidono che il set va chiuso subito: per l’UYBA c’è poco da fare, non incide nemmeno l’ingresso di Piani per Grobelna e Firenze passa a condurre.

Anche il secondo set vede le due squadre equivalersi nei primi scambi, poi Busto si addormenta e Firenze scappa, trovando il primo strappo sul 4-8 con l’ace di Alberti, aiutata dal nastro. Il Bisonte non riesce subito a costruire la fuga imponente della prima frazione ma si mantiene tranquillamente in vantaggio di 5 lunghezze, nonostante gli infruttuosi ingressi di Piani e Berti nella formazione biancorossa. Alice Degradi vive un’ottima fase e guida la sua squadra con punti di potenza, mettendo a terra anche il servizio del 10-15.

Di colpo però Busto si imballa come nel set precedente e per Firenze è un gioco da ragazzi sfruttare il momento favorevole, andando a conquistare altri due punti con Sorokaite, poi Popovic mura Bonifacio per l’11-19. Da qui in poi è un set in discesa per le ospiti che vanno senza fatica sul 2-0, nonostante la sveglia data alle sue da Piani.

Nella terza frazione Mencarelli tiene in campo Berti per Botezat e Piani per Grobelna e per la prima volta in partita l’UYBA si prende un sostanziale vantaggio, 8-4, con qualche regalo dell’ex Degradi che la manda fuori due volte e subito dopo la insacca in rete da servizio, poi arrivano punti importanti di Piani, entrata in partita con grande carattere.

L’asse Dijkema-Lippmann funziona che è una meraviglia, ma Piani ed Herbots si trasformano nella coppia d’oro dell’UYBA e insieme fanno 13-9, costringendo Caprara al time out per aggiustare le cose (dentro Daalderop per Degradi), ma al rientro in campo la pipe di Gennari allunga ulteriormente il gap. A parti invertite questa volta è Busto che scappa senza pietà per l’avversario, trascinata da una straripante Piani, infine fronteggia il ritorno di Firenze (un break di 5-0 per le toscane) e riapre i giochi (25-18).

Torna in campo Alice Degradi nel Bisonte (più Candi per Alberti) ma la sua mano serve solo per accorciare le distanze da un’UYBA indemoniata e subito scappata sull’8-3. Va ancora molto forte Piani e con i suoi punti Busto fa +7 (13-6 con fast di Berti), ma qui Firenze ha un moto d’orgoglio e ritorna in partita con doppio muro di Popovic e schiacciata di Degradi (13-11).

La rincorsa fiorentina ha il suo culmine nell’ennesimo granitico muro di Popovic (18-17), poi Herbots-Gennari-Bonifacio riprendono il +3. Con la belga protagonista negli ultimi scambi le Farfalle riescono a prolungare la partita al tie break.

Il quinto set comincia con grande verve offensiva da parte biancorossa e il punteggio pende da subito verso le ragazze di Mencarelli: 5-1 con Bonifacio e Gennari sugli scudi. Il muro di casa e la solita Vittoria Piani mettono il sigillo sulla vittoria delle Farfalle che nel tie break trovano un avversario con gli ingranaggi ormai inceppati e capace soltanto di una lieve rimonta con Dijkema al servizio, sempre grazie a Popovic e Lippmann, le ultime due a mollare.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO-IL BISONTE FIRENZE 3-2
(17-25; 17-25; 25-18; 25-20; 15-9)

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Piani (21), Peruzzo, Herbots (16), Grobelna (2), Gennari (17), Cumino (ne), Orro (2), Leonardi (L), Bonifacio (9), Meijners, Berti (3), Botezat (1). Allenatore: Mencarelli. Secondo allenatore: Musso.

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite (15), Alberti (6), Lippmann (21), Bonciani, Degradi (12), Santana (ne), Daalderop (2), Parrocchiale (L), Candi, Djikema, Popovic (16), Venturi. Allenatore: Caprara. Secondo allenatore: Cervellin.

ARBITRI: Boris – Cerra.

MVP: Vittoria Piani (UYBA).

NOTE:
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: 3 ace, 16 errori al servizio, 65% in ricezione (34% perfetta), 40% in attacco, 6 muri.

IL BISONTE FIRENZE: 4 ace, 11 errori al servizio, 70% in ricezione (45% perfetta), 37% in attacco, 12 muri.