Quantcast

Grande Torino, il ricordo di un calcio nei nostri cuori

A 70 anni dalla tragedia di Superga in cui perì il Grande Torino

Più informazioni su

LEGNANO – A 70 anni dalla tragedia di Superga in cui perì il Grande Torino, l’omaggio e il ricordo commosso degli sportivi è unanime e sincero.

Anche se non ci furono per il percorso diverso delle due squadre incroci tra i Lilla e gli Invincibili, pur essendo negli annali un curioso precedente con la partita più lunga del mondo (158 minuti per lo spareggio del 1920 a Vercelli nel girone di semifinale, cui le due squadre persistendo poi il punteggio di 1 a 1, rinunciarono a ripetere per stanchezza…) , è sempre stato un legame molto forte quello tra Toro e Lilla e più in generale con il calcio dell’Altomilanese.

Paolo Pulici, allenato nelle giovanili del Legnano da Edmondo Colombi (Colombo), ex centromediano dei tempi della A, fece le fortune del club granata. Arrivarono a vestire poi la prestigiosa maglia anche Luca Landonio, Daniele Fortunato e sempre dal nostro territorio ma non da Legnano, il rescaldinese Matteo Darmian, che gioca al Manchester United e da Cuggiono Roberto Maltagliati, ora direttore tecnico al Villa Cortese, senza dimenticare l’ex Corbetta e Abbiategrasso Tonino Asta, ora allenatore della Pistoiese. Con la maglia del Torino in carriera ci ha giocato pure Angelo Gregucci che è stato tra i più apprezzati allenatori nella storia del Legnano.

Attualmente gioca nella Primavera del Torino, un ragazzo molto promettente, nato a Legnano, si tratta dell’attaccante Nicola Rauti, che è anche un azzurrino… e rappresenta il miglior futuro di una bella storia calcistica ancora da scrivere.

Più informazioni su