Quantcast

Legnano esclusa dal bando regionale 2020 per gli impianti sportivi, ecco perchè

Gli Assessori legnanesi Marco Bianchi e Guido Bragato spiegano a Sport Legnano le ragioni dell'esclusione

LEGNANO – Il Comune di Legnano non ha potuto accedere ai fondi del bando di Regione LombardiaImpianti sportivi 2020” non per proprie mancanze, ma semplicemente perchè la stessa Regione aveva già finanziato con il precedente bando del 2018 altri interventi e questo non ha permesso di richiedere nuovi contributi con il nuovo.

A precisarlo sono Marco Bianchi e Guido Bragato, rispettivamente Assessore alle Opere Pubbliche ed Assessore allo Sport della Città del Carroccio.

I contributi – quasi 10 milioni di euro, come riportato – derivano dalla linea di finanziamento per nuovi impianti o manutenzioni straordinarie del bando “Impianti sportivi 2020”, lanciato nel luglio scorso. Il Comune di Legnano non ha partecipato perché, semplicemente, non poteva. Con il bando precedente, del 2018, Regione ha finanziato al 50% (per € 150.000) il rifacimento della pista di atletica di via della Pace, recentemente completato e in fase di collaudo. Gli enti beneficiari nel 2018 sono stati esclusi dalla possibilità di richiedere fondi nel 2020.“, spiegano a Sport Legnano i due Assessori legnanesi, che inoltre precisano: “Siamo al lavoro da poco più di una settimana, non ci saremmo addebitati le colpe di un’eventuale mancanza e tantomeno intendiamo prenderci il merito di un’iniziativa realizzata nei mesi scorsi. Crediamo giusto però precisare la situazione. Le necessità dello sport legnanese, e in particolare delle sue strutture, sono note. Non possiamo che riaffermare il massimo impegno – nostro e dei rispettivi uffici comunali – in questo senso. Il monitoraggio di ogni opportunità di finanziamento fa ovviamente parte di tale impegno.”