Quantcast

Futura da paura ma arrivano i 3 punti contro Martignacco fotogallery

Sfiorata la rimonta ospite ma le Cocche reggono e vincono

BUSTO ARSIZIO – Torna al successo la Futura Volley Giovani e lo fa a modo suo, con attimi di dominio totale intervallati a momenti thriller.

A soccombere al San Luigi l’Itas Città Fiera Martignacco, terza piazza in campionato, cui va comunque dato il merito di averci provato fino all’ultimo, dopo un recupero che ha dell’incredibile nel terzo set quando, sotto 23-12, ha recuperato fino a riaprire i giochi (23-25).

Un match dunque intenso ma che alla fine ha premiato la costanza di una Futura che ha ritrovato in attacco le mani prepotenti di Rebecca Latham, MVP dell’incontro, forte dei 26 punti messi a terra.

In doppia cifra anche le due bande, Michieletto (14) e Carletti (17), con Giuditta Lualdi ferma a 9 ma determinante soprattutto nei primi due set, spesso chiamata in causa da Nicolini, preziosa in regia.

Importante anche l’apporto al centro di Veneriano con i suoi 4 muri, e ovviamente di Garzonio, marmorea dietro.

La cronaca:
Primo set 1-0 (25-11)
Buon inizio di marca biancorossa con le Cocche che provano da subito la fuga ma vengono recuperate da Martignacco (3-3), poi si scatena Lualdi in fast: ne mette a terra tre, ben imbeccata dalla regia di Nicolini (9-5). L’Itas fatica a riassestarsi e cede ancora terreno, questa volta bersagliata da Latham e Michieletto, abili nello sfruttare le difese eroiche di Garzonio che rilanciano i contrattacchi (12-7). Breve reazione ospite ma ancora Latham risponde subito con punti prepotenti, in cui si inserisce anche il block-in di Carletti (18-11). I time-out e i cambi di coach Gazzotti (Rossetto per Pascucci e Braida per Carraro in regia) non sortiscono miglioramenti e la Futura vola con l’immensa Latham (9 pt, 82%), chiudendo il set con il colpo di seconda di Nicolini, al termine di un parziale di 11-0.

Secondo set 2-0 (26-24)
Questa volta è Federica Carletti a scatenare tutta la potenza dal proprio braccio e sono le sue fucilate a sospingere la Futura, che subisce un po’ l’arrembaggio ospite ma sa come restare in avanti (7-6). Lualdi sempre letale in fast, Martignacco resta a ruota delle Cocche ma Michieletto e Carletti siglano lo strappo del +3, consolidato dai due punti di Latham, ancora in splendida forma (15-12). Con un break intenso l’Itas pareggia ma Latham riporta in vantaggio le biancorosse, fase delicata e giocata con ritmi alti (16-15, 17-16). La rincorsa premia l’Itas che sale al comando (17-19) ma Carletti non ci sta (8 pt, 53%) e il recupero biancorosso costringe Martignacco all’errore in più occasioni, Latham così mette a terra l’ace (giudicato dalla ricezione out) del controsorpasso, cui fa eco un’altro attacco andato a buon fine di Carletti (21-19). Ritorno dell’Itas (23-23), con il gioco biancorosso spostatosi di nuovo sulla fast di Lualdi, scelta premiata. Annullato il primo set-point, ma è difficile oggi fare i conti con Latham (9 pt, 57%), che infatti mette a terra entrambi gli ultimi due punti che consegnano alle sue il 2-0.

Terzo set 2-1 (23-25)
Che partenza per questa Futura affamata di riscatto: Veneriano perfetta al centro a muro e in primo tempo, mentre Michieletto bombarda da lontano (ace e pipe): 6-1. Nicolini continua a cercare la prolifica Latham che non delude, poi la stessa regista mette a terra un murone aggressivo (8-3). Le Cocche spingono forte e incrementano il vantaggio (12-6), sulle ali dell’entusiasmo, con attacchi ben orchestrati e portati a termine in questa fase maggiormente da Michieletto, in mezzo la pipe di Carletti che trova l’angolino giusto (14-7). L’Itas ci prova ma si infrange contro il muro invalicabile di Martina Veneriano, che conquista due punti e guida le Cocche verso il successo (16-8). Divario incolmabile che la Futura sfrutta a proprio piacimento, continuando ad aggredire con Carletti, in modo da provare a chiudere le danze con calma, anche troppa però perché l’accenno di reazione ospite diventa un fiume chel e fa rientrare (23-12, 23-23), per sopperire Lucchini cambia in diagonale con Zingaro-Lualdi A. per Nicolini-Latham, ma lo scossone è enorme e il recupero premia le ospiti, inarrestabili, che fanno loro il set.

Quarto set 3-1 (25-22)
C’è equilibrio, sebbene la Futura voglia scrollarsi di dosso la rimonta appena subita (5-5, dentro Zingaro per Carletti), sono Michieletto e Latham a concretizzare in fase offensiva. Dopo un periodo rilassato torna verve nel gioco di Latham che spinge e mette a segno punti importanti, l’Itas non ci sta e mantiene la parità (12-12). Doppio out ospite che manda a +2 la Futura, ma la partita di oggi ci insegna che nulla è più scontato, nel frattempo time out di coach Gazzotti. Al ritorno sul taraflex altro scossone: break di 0-3 con Braida al servizio (un ace) e le Cocche vanno sotto (15-16). Due errori di Pascucci rimettono in corsa una Futura che difende benissimo grazie alle imprese leonine di Garzonio (19-17). Questa volta a Martignacco non riesce l’impresa e la Futura si porta a casa i 3 punti.

Futura Volley Giovani-Itas Città Fiera Martignacco 3-1
(25-11, 26-24, 23-25, 25-22)

Futura Volley Giovani: Veneriano 5, Nicolini 4, Michieletto 14, Vecerina ne, Latham 26, A. Lualdi, Frigo ne, G. Lualdi 9, Sormani ne, Carletti 17, Garzonio (L), Zingaro 2. Allenatore: Lucchini. Assistente: Chiofalo.

Itas Città Fiera Martignacco: Carraro 5, Fiorio 8, Modestino 4, Smirnova 9, Tonello 14, Rucli 5, Braida 5, Rossetto, Cortella ne, Pascucci 13, Scognamillo (L), Cerruto (L). Allenatore: Gazzotti. Assistente: Rusalen.

Arbitri: Clemente – Scotti

MVP: Latham (FVG)

Note:
Futura Volley Giovani: 2 ace (11 errori in battuta), 78% in ricezione (53% perfetta), 37% in attacco, 10 muri.

Itas Città Fiera Martignacco: 2 ace (4 errori in battuta), 61% in ricezione (39% perfetta), 30% in attacco, 14 muri.