Quantcast

Iniziano i playoff, lunedì i Knights ospitano Verona

Gara 1 al PalaBorsani

LEGNANOLunedì 30 aprile alle 20.30 il PalaBorsani di Castellanza ospiterà la Gara 1 degli ottavi di Playoff della Serie A2 di basket.

I Knights Legnano ospiteranno la Scaligera Tezenis Verona, sesta classificata nel Girone Est con 36 punti, ottenuti in 18 vittorie, di cui solo 5 fuori casa (contro Bergamo, Orzinuovi, Roseto, Mantova e Forlì).

La squadra di Coach Luca Dalmonte, alla sua seconda stagione a Verona, ha avuto nella regular season un avvio abbastanza altalenante ed ha cominciato a cambiare marcia tra la fine del girone di andata e l’inizio di quello di ritorno, dove hanno saputo sfruttare al meglio il fattore campo.

Le loro medie stagionali li vedono con 78,2 punti a partita, 51% di tiri da due punti e 38% di quelli da tre, 33,6 rimbalzi e 15,3 assist.

Il play titolare è Andrea Amato, milanese classe 1994, ex Sangiorgese, contro cui i Knights hanno giocato ai tempi della Serie B. Qualche problema per lui durante la stagione, durante la quale è stato sostituito spesso da Matteo Palermo, ex Knights classe 1991 che i tifosi biancorossi non hanno certo dimenticato.

Il cannoniere dei veronesi è Phillip Greene, americano classe 1992, 18 punti di media con un 44% da tre e 49% da due, seguito da vicino dall’altro americano Jamal Jones, classe 1993, con una media di 14,3 punti.

Sotto canestro la Tezenis può contare anche sull’ex Biella Mattia Udom, 12 punti e 6,8 rimbalzi, e su Mitchell Poletti, che in stagione ha incrociato i Knights nella gara di andata contro la Eurobasket Leonis Roma, prima del suo passaggio a Verona per sostituire l’infortunato Marco Maganza. Per lui 10,2 punti e 5,5 rimbalzi, con una percentuale di tiri da tre del 63%.

Dalla panchina i due Under di belle speranze Nwohuocha e Totè cambiano i due lunghi, con Visconti (che sarà assente al PalaBorsani per infortunio) e Ikangi che chiudono le rotazioni.

Sul fronte Knights, Coach Ferrari conterà sulla rosa completa, con le sole eccezioni dei lungodegenti Matteo Martini (da poco operato alla caviglia destra) e Federico Maiocco (già in ripresa ma per il momento ancora in forse per Gara 1).

Questo il commento sui legnanesi del Coach veronese, Luca Dalmonte: “Terzo posto conquistato per due stagioni consecutive. Due campionati giocati e meritatamente conquistati a conferma di una stagione al top. Due stagioni consecutive in cui Legnano ha dimostrato, con i fatti, di essere una realtà top del girone Ovest.

Assestamento, per due stagioni consecutive, che testimonia la solidità di un gruppo portante e di una guida tecnica cementata nel tempo. Una forte identità offensiva, una organizzazione che prevede ‘un pick&roll system’ dal quale molto efficienti a leggere e prendere vantaggi.

Pick&roll per creare vantaggi, organizzazione di ‘sponde’ tendenti a scatenare una catena di uno contro uno, spaziature di squadra ben gestite, il vero cuore pulsante del loro attacco. Sarà decisivo la nostra aggressività contro ogni situazione di pick&roll, quanto riusciremo ad aggredire il ball handler per congelare il possesso.

ifensivamente propongono un giusto mix tra aggressività ed organizzazione contando sul dominio interno dell’area dei Mosley, il miglior stoppatore del girone Ovest. Di conseguenza, sarà necessario avere idee e letture chiare e condivise per centrare i nostri obiettivi offensivi.

Inizia una serie play off, sicuramente intrigante ed affascinante o per lo meno così noi la vogliamo vivere, consapevoli delle difficoltà che l’avversario proporrà, supportati però da un senso di sfida e coraggio che desidererei, a prescindere dal risultato, fossero le nostre chiavi emotive di questa post season”.

Matteo Palermo parla così della gara contro i suoi ex compagni: “Iniziano i play off e si parte dallo 0 a 0 contro Legnano; un nuovo campionato che però non ci deve far dimenticare quanto di buono fatto in precedenza, fino a questo punto della stagione.

A Legnano conosco bene l’ambiente; questa conferma del terzo posto è sicuramente frutto di una programmazione e non casuale, obiettivo raggiunto grazie a scelte mirate di consolidamento che hanno portato i Knights a conquistare una posizione che non era scontata.

Noi dobbiamo giocare una partita di intensità, rimanere sempre concentrati e con la spina attaccata, evitando break che potrebbero trascinare tutto l’ambiente, capace di diventare estremamente caldo”.

La gara sarà diretta dal 1° arbitro Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG), dal 2° arbitro Michele Centonza di Grottammare (AP) e dal 3° arbitro Simone Patti di Montesilvano (PE)