Quantcast

Eccellenza, le quotazioni delle nostre foto

Chi sale e chi scende ma anche chi attende una valutazione come Legnano e Busto 81 che hanno un nuovo allenatore

LEGNANO – Siamo alle porte di un nuovo turno di Campionato per l’Eccellenza ma per alcune squadre ci sarà da invertire il trend delle ultime prestazioni, per altre solo da confermare il proprio stato di salute, per altre ancora la “prova” non dei mercati azionari… ma del rettangolo di gioco.

CASTELLANZA: E’ la capolista, lo è meritatamente, nell’ultimo turno ha schiantato il Varese. Domenica ci proverà a fermare l’ex tecnico lilla Roncari, un altro grande ex lilla come Massimo Rovellini sulla panchina del Mariano che ospita la partita. La lezione inflitta al Varese dovrebbe far riflettere quanti tra gli addetti ai lavori hanno parlato di fuoco di paglia ma la realtà è solo quella dei fatti di una squadra che gioca bene a calcio, fa risultati, l’unica cosa che conta e sicuramente ha tanta fame e vuole provarci fino in fondo. Ve lo ricordate il Verona di Bagnoli dello scudetto? Per chi non ha gli anni, una ripassata di storia del calcio anche sul web non fa male… Voto 8.

LEGNANO: E’ arrivato Mister Giuseppe Fiorito al posto di Mister Giampiero Erbetta. Domenica non c’è una partita semplice, si va dal Verbano dell’ex lilla Alessandro Marzio. L’imperativo è tornare a vincere dopo l’1 a 1 in casa con l’Accademia Pavese, anche se l’impressione è quella che la squadra abbia sofferto di più in casa e fuori si esprima meglio. Tocca al nuovo allenatore sbloccare i Lilla per puntare  a una remuntada che avrebbe dell’epocale ma non sarebbe impossibile e in fondo le sfide sono proprio queste nello sport. E allora crediamoci! Voto: il rettangolo verde è l’arbitro di tutto nel calcio, aspettiamo domenica per vedere come sarà il nuovo corso in casa lilla.

BUSTO 81: Il medesimo discorso e la stessa valutazione dei lilla perchè non è stata una settimana anche qui semplice, da un mister all’altro, con l’esonero di Tricarico e l’arrivo di Civeriati. Dopo lo 0 a 0 al Chinetti di Solbiate Arno contro la Sestese, colonia lilla, un cliente scomodo, sotto con un altro, che lo è forse ancora di più, perchè all’Ossola dopodomani c’è il Varese ad aspettare il Busto 81 ma come canterebbe un Dante “pallonaro”, “qui si parrà la tua nobilitate”…

VARESE: Meno male che la Coppa c’è… L’ambiente varesino è stato super nel reagire alla sconfitta di Castellanza, rifacendosi almeno nel mercoledì di Coppa Italia. La squadra di Mister Domenicali pare non trascurare e snobbare affatto il cammino in questa competizione, anche se è ancora lunga l’ascesa per garantirsi un posto al sole in D, perchè bisogna arrivare alla finale nazionale a Roma e vincere oppure sperare che l’avversaria sia già promossa. Domenica partita della verità con il Busto 81: logico che sia vietato fallire. VOTO 5 per il campionato, 7 per la Coppa Italia.

CASTANESE: Altra ‘colonia lilla’ del torneo, con tanti nostri ex, ma che deve ritrovarsi dopo lo scivolone con il Cassano. Domenica all’Alfredo Milano di Sesto Calende sarà sotto traccia ancora il lilla il colore della partita perchè tra i padroni di casa abbiamo tante vecchie conoscenze ma per la Castanese di Emiliano Palazzi non ci si può più permettere il lusso di perdere due partite di fila a questo punto della stagione. VOTO 5,5.