Quantcast

Capolavoro Fo.Co.L: le Coccinelle costringono Palau alla prima resa stagionale

Partita superlativa per le perfette Coccinelle

LEGNANO – “Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate“: citazione dantesca che calzerebbe a pennello affissa all’ingresso del PalaVolley, roccaforte biancorossa dove la Fo.Co.L spadroneggia su ogni avversario, dove nessuno, da anni, riesce a strappare la vittoria piena. Luogo impervio per chi non lo conosce, mietitore di vittime illustri.

FoCoL LegnanoFoto di Gianluigi Rossi

Ultima di queste vittime la Pallavolo Capo d’Orso Palau, capolista del girone A di Serie B1, fin qui imbattuta, con 15 vittorie in altrettante partite giocate, ma ancora mancante della prova del PalaVolley.

Cade la prima della classe, sotto i colpi senza sosta di una Fo.Co.L stellare e galattica. Non sono iperboli, bensì gli unici aggettivi per la ciurma di Luigi Uma che, tornata giovedì sera dalla Sardegna, non ha perso tempo, ha lavorato venerdì per smussare cosa non è funzionato a Palau, ha fatto gruppo, senza pensare alla stanchezza del viaggio, al poco tempo a disposizione: tutti hanno semplicemente lavorato per ottenere il massimo risultato.

Bastava guardare negli occhi le nostre ragazze: quelli nel pomeriggio di sabato non erano sguardi umani, schiumavano di passione e agonismo, erano gli occhi della vittoria, ancor prima di scendere in campo.

I parziali ci mostrano una Fo.Co.L che ha dominato in lungo e in largo, soprattutto nel primo e nel quarto set, chiusi con le avversarie a quota 13 punti, continuamente pressate dal nostro attacco (37%), e imbrigliate nelle maglie della nostra difesa blindata da Brogliato&C.

In doppia cifra tutte le attaccanti biancorosse: Valli (17), Simonetta (15) e Mazzaro (12), con Valli nominata MVP e Simonetta protagonista a muro, con 5 block-in sugli 8 di squadra.

Dopo una settimana intensa, con tre partite in sei giorni, compresa la trasferta in Sardegna, ora una settimana relativamente tranquilla, in cui testa e cuore saranno tutti messi nella preparazione del prossimo match, a Torino, contro Volpiano, terza in classifica a -1 dalla Fo.Co.L.

Voci biancorosse:
Luigi Uma: “Abbiamo dimostrato di avere più gambe, più testa e anche più cuore, perché oggi le ragazze hanno tirato fuori tutto, si sono prese una bella soddisfazione. Sapevo delle singole che erano molto cariche e si è visto, è stato lampante. Sabato prossimo andremo a Volpiano, contro la terza, con cui abbiamo un conto in sospeso, non ci sono più partitelle ma solo belle partite. Abbiamo giocato tre settimane fa contro Volpiano e possiamo migliorare alcune cose che non sono funzionate, sono molto fiducioso“.

Greta Valli: “Siamo state perfette, anche con l’aiuto della partita appena giocata abbiamo potuto migliorare le cose che non erano andate bene giovedì. Sicuramente è una bella prova per il morale ma non solo, è la conferma che siamo in grado di vincere queste partite, è una bella conferma per la squadra, possiamo vincere contro tutti. Adesso ci godiamo la domenica di riposo, poi ci concentreremo sulla prossima importante partita: stancante affrontare questi match tutti ravvicinati ma è anche un modo per tenere alta la concentrazione, se andiamo in questa direzione abbiamo tutte le possibilità di fare bene“.

La Cronaca:
Primo set: che non sarà una partita come le altre lo si capisce fin dall’inizio, perché le due compagini si affrontano da subito a viso aperto, senza esclusione di colpi. Aliberti e Ottino rispondono a Valli e Simonetta, poi Mazzaro per il 5-3. Andata sotto, Palau non riuscirà più a ricostruirsi e il gap aumenta gradualmente, grazie alla fast di Fantin, seguono ancora Mazzaro e doppia Simonetta (12-7). I due time out ravvicinati chiamati da Palau non sortiscono gli effetti desiderati e le biancorosse proseguono nel martellamento, timbrando dai 9 metri con Valli e Frigo, che piazza anche una bella fast prima di altri due punti di Mazzaro che capitalizza le chiamate perfette di Roncato e sa anche come ergersi a muro (20-10). Il corposo svantaggio mette le sarde con le spalle al muro, crescono gli errori e in poco il set si chiude sul +12 (ace di Mazzaro).

Secondo set: pronti-via ed è 3-1 Fo.Co.L, ma questa volta le avversarie reagiscono e danno vita ad una prima fase punto a punto (dal 5-5 al 10-10); Legnano sorpassa con doppia Fantin (fast e ace), poi Simonetta per il 14-11. La fast di Frigo sembra cementare il +3 (16-13) ma Palau replica con Moretto e Aliberti, sorpassando le padrone di casa con un ottimo break (16-18, dentro Marini e Cavaleri). Mazzaro e Fantin riacciuffano la parità (20-20) ma Palau riesce a sterzare ancora bruscamente (20-23), sfruttando due attacchi di Mezzi, con la stessa banda protagonista degli ultimi due punti, che valgono l’1-1.

Terzo set: Legnano sembra partire con il piede giusto (Valli e Simonetta sugli scudi, 5-3) ma le ospiti si riorganizzano e con un 5-0 di parziale allungano (6-9). Col muro di Simonetta Legnano accorcia a -2 ma poi subisce il tocco di seconda di Sintoni e la fast di Menardo, andando ancora sotto di 4 lunghezze, però è qui che arriva l’ennesimo capolavoro della giornata: Valli preme lo Start del recupero biancorosso, seguita da Mazzaro, Frigo e Fantin, imbeccata da Roncato per due fast da paura (17-16, 19-18 con ace di Mazzaro). Palau torna avanti sul 19-20 con Mezzi ma commette qualche errore di troppo, anche perché ipnotizzata da Brogliato, tentacolare in difesa e capace di arrivare ovunque, mentre noi contrattacchiamo grazie a Valli, che chiude i giochi sul 25-22, dopo l’ace di Fantin che aveva garantito lo stacco a +4.

Quarto set: scossa dal gioco spumeggiante e coraggioso di una Fo.Co.L sempre più determinata e consapevole delle proprie qualità, Palau al contrario torna in campo demotivata e subisce subito il 6-1. Valli e Simonetta sono le protagoniste in chiave offensiva nella prima parte del set, poi Roncato si ritaglia la gioia dell’ace (14-6), mentre Fantin e Frigo non si lasciano pregare e trasformano due fast letali (18-9). Distanza siderale fra le due squadre, Legnano non abbassa la guardia e continua a spingere, ambiziosa e vogliosa, fino agli ultimi due punti di Mazzaro, che fanno scorrere i titoli di coda a questa stupenda sfida d’alta classifica.

Fo.Co.L Legnano-Capo d’Orso Palau 3-1
(25-12, 21-25, 25-22, 25-13)

Fo.Co.L Legnano: Lenna (L), Caprioli, Valli 17, Venegoni, Simonetta 15, Frigo 9, Brogliato (L), Marini, Bonato, Cavaleri (C), Fantin 9, Mazzaro 12, Roncato 1, Broggio. Allenatore: Uma. Assistente: Lumastro.
Note: 8 ace (6 errori in battuta), 53% in ricezione (25% perfetta), 37% in attacco, 8 muri.

Capo d’Orso Palau: Menardo 6, Ottino 12, Ghezzi 2, Mezzi 14, Sintoni 1, Degortes (L), Mura, Leone, Aliberti 9, Tesanovic, Moretto 8. Allenatore: Guidarini. Assistente: Placido.
Note: 6 ace (10 errori in battuta), 55% in ricezione (30% perfetta), 28% in attacco, 3 muri.