Quantcast

Mister Talarini: “Il calcio? una passione infinita!” foto

Nelle parole di una bandiera dei Lilla e del calcio della nostra zona, l'importanza dei valori umani e sportivi anche oggi

PARABIAGO (MI) – E’ il recordman delle presenze lilla (401), Mister Riccardo Talarini guarda sempre il calcio con occhi entusiasti e grande intelligenza di chi ha attraversato tante battaglie e mette oggi a disposizione dei più giovani la sua immensa esperienza.

Cosa fa di bello Mister per la prossima stagione? “Mi trovo bene con i genitori e i ragazzini a Canegrate, allenerò i 2010 che già avevo l’anno scorso“.

Insegnare il calcio ai più giovani, regala tante soddisfazioni: questi bambini ti vedono come il mister che ha giocato al Legnano, c’è un gran dialogo, mi ascoltano molto, si è creato un bel gruppo, regna un bel clima in squadra. La disciplina è importante come anche un grande spirito di gruppo: è fondamentale la disciplina negli spogliatoi, rispettare le strutture, mettendo le cose sempre a posto e tenere pulito lo spogliatoio specie in trasferta. Sono sempre stato abituato fare così anche quando allenavo i grandi: mi piace l’ordine” dice il Mister.

Il grande Capitano del Legnano Lupi – ricorda – era uno di quelli  per la disciplina, l’ordine, la serietà e la puntualità agli allenamenti. I tempi della società sono cambiati, ma riesco ugualmente a mettere tutti in pista con regole chiare che vanno rispettate perchè così si cresce come persone e giocatori. E’ comunque una bella soddisfazione vedere i bambini entusiasti di venire a fare calcio“.

E del Legnano di oggi cosa ne pensa? “Sto leggendo, stanno facendo una bella squadra, hanno fatto una gara tra di loro con sacco di gol: mi auguro che possa salire di categoria. Il Legnano è il Legnano, dovrebbe sicuramente vincere il campionato, tengo anche alla Castellanzese, anche là mi sono trovato bene, ma, ribadisco, Legnano è Legnano e quest’anno dovrebbe fare il salto di qualità e me lo auguro per Società, squadra tifosi, giornalisti, per la tutta città“.

Riccardo "Ricky" Talarini

Una formazione del Legnano impegnata nel campionato di Serie C 1969/70
Da sinistra in piedi: Castellazzi, Bosani, Ulivieri, Lesca, Brenna, Lojacono.
Da sinistra accosciati: Talarini, Barbazza, Proietti Farinelli, Zanelli, Melgrati.
(Archivio www.statistichelilla.it)

 

Cosa servirebbe al calcio di oggi?: “Più umiltà, meno tv: andiamo alla partita, a fare un tifo giusto con amore, passione, senza creare problemi. Il calcio deve essere passione: era bello il calcio con tanto entusiasmo di una volta, senza problemi. Quando parlo di calcio non so cosa mi accade dentro di me, mi gaso troppo… pensando al Legnano e ai compagni di squadra Riva, Novellino, Frosio, Brenna, Pota, tutti gli altri. Ho tanti bei ricordi nel cuore“.

Il calcio per me vuol dire tante amicizie, conservo un gran ricordo di tutti i compagni, ho poi allenato tante squadre, con tutti è sempre rimasto un bel rapporto: rispetto e passione per il calcio sono indispensabili, poi come allenatore puoi rimanere o no. Per il calcio a Legnano spero vada bene, che i Lilla vincano il campionato sarebbe davvero una gran bella cosa: ci tengo veramente, lo dico sinceramente” si congeda Mister Talarini trasmettendoci una grande carica e passione per il nostro calcio.

 

Per conoscere più da vicino la carriera in maglia lilla di Capitan Talarini, visita la pagina a lui dedicata su www.statistichelilla.it

 

Riccardo "Ricky" Talarini

Campionato di Serie D 1977/78, l’ultima stagione dei Capitan Talarini.
Da sinistra a destra, in piedi: Sartorel, Fornara, Rota, Cribio, Xotta, Sassi (allenatore)
Accosciati: Gaurnieri, Capocci, Fumagalli, Talarini (capitano), Grandi, Cautillo, Aldo Marinoni (massaggiatore)
(Foto tratta da C. Fontanelli-G. Zottino “Un secolo di Calcio a Legnano” – Geo Edizioni