Quantcast

Con la Tritium la Castellanzese chiamata alla reazione

I Neroverdi di mister Mazzoleni pronti per la Tritium

CASTELLANZA – Insidiosa trasferta dalla Tritium per la Castellanzese.

Mister Mazzoleni ha ora in rosa un nuovo centrale/terzino destro: si tratta di Christian Mandracchia, un ragazzo del 2000 con il Tecnico già a Caronno, ma quest’anno a Caravaggio.

I Neroverdi sono attesi da un bel trittico finale nel girone d’andata: “Quello della Tritium è un campo difficile, incontriamo una squadra ostica sulla falsariga di Brusaporto e Arconatese. La Tritium sta andando molto bene, da neopromossi hanno anche l’entusiasmo dalla loro parte. Si ritrovano in una posizione tranquilla di classifica, chiunque metterebbe firma per quel posto da matricola“.

Proveremo a fare punti per forza, dopo l’inciampo di domenica scorsa, abbiamo l’obbligo di ritrovarci veloci anche se non è facile, perchè loro avranno in programma di rafforzarsi in quella posizione di classifica, ma tutte le gare sono ormai così molto combattute“.

La Tritium è un squadra soprattutto fisica, che fa della corsa e della aggressività la propria forza, oltre a Personè hanno preso Marzeglia; posono vantare due torri simili davanti, fisicate, vediamo se giocano assieme domenica, certo è che la Tritium è un brutto cliente da incontrare, poi ogni gara è storia a sè…

La Tritium ha giocato a Oggiono con un 4-3-1-2: “Un po’ come noi ultimamente, prima facevano quasi sempre un 4-3-3 con gli attaccanti esterni e si difendevamo a 5: ora il trequartista va a marcare il centrocampista centrale avversario, così hanno fatto nelle ultime due gare, hanno pareggiato nell’ultima ad Oggiono 1 a 1 e questo modulo potrebbero riproporlo a maggior ragione con l’arrivo di Marzeglia , se verrà messo davanti assieme a Personè“.

Anche nella Castellanzese Chessa sta facendo il trequartista, più libero di svariare dietro le punte così come l’innesto di Alushaj in difesa può migliorare ancora le cose, essendo un giocatore con coraggio, forza e tempismo.