Quantcast

FoCoL senza pietà: batte Venegono e fa 14/14 fotogallery

Campionato senza storia con Legnano sempre più capolista

LEGNANO – E sono 14/14! Quattordici vittorie consecutive in altrettante partite di campionato giocate, per questa FoCoL Legnano che continua a mietere vittime di sabato in sabato, senza sosta, senza mai accontentarsi, come è giusto che sia per una squadra ben più che forte e compatta.

Il successo contro Venegono è anche il decimo 3-0, sebbene sia stato probabilmente il più combattuto dato che, nei primi due set, le ospiti hanno avuto la costanza di provarci sempre, costruendosi in due occasioni grandi margini di vantaggio, per poi però doversi arrendere inesorabilmente allo strapotere legnanese che, quando esce, non lascia scampo a nessuno.

Applaudiamo dunque questa eccellenza nostrana che sta dominando il proprio campionato senza mai perdere un colpo, senza un attimo di sbandamento, una squadra unita verso quel sogno chiamato B2 che appare ogni giorno più vicino, mattone dopo mattone, perché chi può battere oggi queste eroine del volley? All’orizzonte noi non vediamo nessuno alla loro altezza.

Le dirette inseguitrici rimangono a -6 e -8, rispettivamente Binasco e Gonzaga Milano, ormai consapevoli che battere questa FoCoL è un’impresa, perché la forza di questo gruppo sta nel sapersi sempre riorganizzare nell’arco delle partite, giocando da vera testuggine romana, proprio come è successo ieri, quando due time out chiamati da coach Uma hanno reimpostato da zero il leitmotiv dell’incontro.

Come sempre dunque grande prova corale dell’intero 6+1, in cui sono spiccate le prestazioni di Fantin (top-scorer con 16 punti) e capitan Cavaleri (14 pt), determinanti come loro solito poi anche De Angelis, Ottaviani e Battilana, sotto la regia sempre attenta di Cerri prima e Braga poi, cui si aggiungono le difese fondamentali di Brogliato e Lenna, anch’esse alternatesi nell’arco del match, buona prestazione infine per Grimoldi, subentrata nel terzo set a Ottaviani.

Prossimo appuntamento sabato 15 febbraio alle ore 21.00 a Gallarate, per la seconda giornata di ritorno, contro l’Insubria.

La cronaca:
Primo set: parte in salita la strada della Focol contro Venegono: le ospiti infatti scappano subito sull’1-5, mettendo in seria difficoltà la retroguardia legnanese. Con le due centrali Battilana e Fantin Legnano prova a fare breccia nella difesa avversaria (3-5) e cerca di concludere la rimonta grazie alle sferzate delle sue avanti Cavaleri, De Angelis e Ottaviani (8-9) ma Venegono ha tanto cuore e riesce ad allungare (8-12), quindi Uma chiama time out per dare le sue indicazioni. Al ritorno break importante (4-0) per la Focol, che spinge con Ottaviani e Fantin e difende con la rigorosa Brogliato in seconda linea. Fase centrale combattuta punto a punto poi ancora Fantin con la complicità di Battilana fanno +2, andando poi in fuga con De Angelis (20-16). Venegono recupera a -1 e qui fanno la voce grossa capitan Cavaleri e Ottaviani che di prepotenza portano le squadre al cambio campo sull’1-0.

Secondo set: ancora avvio difficile per la Focol che va sotto di 7 lunghezze rispetto alle avversarie (2-9), coach Uma chiama dunque time out e al ritorno in campo si vede una squadra completamente diversa: in men che non si dica Legnano stampa un break di 7-0 con il velenoso servizio di Ottaviani a creare scompiglio nel campo ospite, vanno poi aggiungendosi De Angelis e Fantin a chiudere la rimonta (9-9). Le avversarie con coraggio si rifanno avanti spinte da Tenti (9-13) ma Battilana prende in mano la situazione insieme alla coppia Cavaleri-De Angelis (15-16, 16-17). Un leggero black out legnanese consente alle ospiti di intravedere la luce alla fine del set (16-20, 18-22) ma qui esce tutta l’esperienza del collettivo legnanese che con un nuovo parziale importante blocca Venegono sul 25-23 (a punto doppia Cavaleri, Fantin a muro e Ottaviani).

Terzo set: questa volta la Focol, che si presenta in campo con Grimoldi per Ottaviani, vuole vincere e si prende tutta la scena sul piano del gioco e della determinazione, bombardando il campo avversario con Cavaleri e Fantin (7-2). Uma cambia in seconda linea con l’inserimento di Lenna per Brogliato, mentre in regia entra Braga per Cerri. Venegono prova a più riprese ad affacciarsi dalle parti di Legnano ma le difese di Lenna non lasciano scampo agli attacchi ospiti (13-9). Cavaleri prosegue nei suoi poderosi attacchi, mentre Fantin è pregevole a muro (23-18), Venegono ha davvero poco da dire e alla fine smette anche di lottare, finendo per soccombere 3-0 dopo l’ultimo punto di De Angelis.

GS FoCoL Volley Legnano-Arcobaleno Venegono 3-0
(25-20, 25-23, 25-20)

GS FoCoL Volley Legnano: Lenna (L), De Angelis 9, Battilana 7, Braga, Cerri, Ferrario, Barone, Ottaviani 8, Brogliato (L), Cavaleri 14, Sintich, Fantin 16, Grimoldi 1. Allenatore: Luigi Uma. Assistente: Alessandro Speroni.

Arcobaleno Venegono: Giommoni, Leoncini, Quadrelli 5, Pusceddu 1, Ermoli 13, Pellegatta 5, Tenti 12, Merlo, Yzeiraj (L), Crosta, Brusa 4, De Bortoli (L). Allenatore: Gerardo Cristiano. Assistente: Alessandro Lombardi.