Quantcast

Le scuole di sabato ed i giovani faranno meno sport

Si andrà a scuola di sabato ed il tempo per fare sport sarà sempre meno, ma questo il ministro lo sa?

Più informazioni su

MILANO  – A giudicare dalla bozza del ministero una cosa è certa: si andrà a scuola anche il sabato. Il motivo? Assolutamente ignoto e per decisione del ministro Azzolina e della sua task force che dopo mesi e mesi ha partorito la bozza di un documento che fa acqua da tutte le parti.

In particolare: frequenza scolastica in turni differenziati, organizzazione della classe in più gruppi di studio, formati anche da alunni di diverse classi ed età e soprattutto la scuola anche al sabato su delibera degli organi collegiali.

L’attività didattica a distanza resterà, ma solo in misura marginale e solo per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, dove “le opportunità tecnologiche, l’età e le competenze degli studenti lo consentono”.

Ci saranno i turni per fare lezione tra i banchi, alcune classi saranno divise in gruppi per materie o ci saranno aggregazioni di studenti di diverse età.

Chi ha un figlio sa bene che il sabato ci sono le gare di campionato che interessano milioni di studenti e sportivi. Lo sanno tutti tranne il ministro Azzolina ed il suo staff probabilmente.

Un ritorno a settembre nel nome dell’incertezza totale. Si sdoppiano le classi senza aumento del numero degli insegnanti. Più tempo a scuola, meno tempo per lo sport. Ma questo il ministro lo sa???

 

Più informazioni su