Quantcast

Nel 2021 divieto di fumo allo stadio e nei parchi

Niente fumo allo stadio e nei parchi all'aperto di Milano

MILANO –  Legambiente Lombardia dice “sì” al divieto di fumo da gennaio 2021 nei parchi, nel raggio di dieci metri dalle fermate dei mezzi pubblici, nelle zone attrezzate al gioco dei bambini, nelle aree cani, nei cimiteri, sugli spalti degli stadi: un passo che richiederà profondi cambiamenti di abitudine e comportamentali da parte dei cittadini fumatori ma che sotto il profilo della salute non è discutibile.

Al voto in Consiglio comunale il nuovo Regolamento sulla qualità dell’aria di Milano. Un regolamento che sta facendo discutere soprattutto per le nuove limitazioni sul fumo all’aperto, ma che da un punto di vista ambientale contiene misure altrettanto importanti per quanto riguarda la messa fuori legge delle caldaie a gasolio e la chiusura delle porte dei negozi, ma la cui realizzazione rischia di spostarsi ancora nel tempo.

«Il nuovo Regolamento sull’aria di Milano contiene misure che vanno nella giusta direzione di un abbassamento delle emissioni di inquinanti e di CO2» dichiara Franco Beccari, presidente del circolo Legambiente Reteambiente. «Chiediamo però di accelerare i tempi: nel contrasto all’emergenza climatica ogni anno perso o guadagnato fa la differenza, e dopo le troppe deroghe e rinvii degli ultimi anni è oggi indispensabile accelerare il più possibile la transizione verso una Milano a emissioni zero.»