Quantcast

Brutta sconfitta lilla nel derby di Varese fotogallery

Il Città di Varese conquista tre punti assolutamente meritati

VARESE – Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel ormai lontano 6 maggio 2007, quando il Legnano, vincendo per 1-0 con un gol direttamente dalla bandierina di Ambrosoni ottenne la sua ultima promozione in Serie C1. Da allora sia i biancorossi che i lilla hanno conusciuto alterne vicende, che hanno portato entrambe le squadre al fallimento.

Dopo quattordici anni i varesini, che oggi si chiamano Città di Varese, sono tornati ad incrociare i destini con i lilla (dopo le parentesi di qualche anno fa in Eccellenza), con una classifica che scontenta entrambe le compagini: una impegnata in una difficile permanenza in D, l’altra costretta da mesi ad abbandonare le velleità di un ritorno in Serie C.

Alla fine riescono ad avere la meglio i varesini, capaci di affrontare gli avversari senza timore reverenziale, bissando così il risultato dell’andata.

La prima azione pericolosa è dei padroni di casa che al 3′ partono in contropiede con Aprile che apre sulla destra per Otelè sul quale interviene in maniera regolare Russo mandando in fallo laterale. Il Legnano nella rima parte della gara sembra faticare ad uscire dalla propria metà campo, anche se a livello difensivo riesce sempre a contenere le velleità dei biancorossi.

Questo fino al 20′, quando Capelli sfrutta un errore in fase di alleggerimento e da posizione decentrata mette in mezzo un bel tiro che inganna Russo per il vantaggio varesino.

Al 28′ Barbui si invola sulla destra, arriva fino in area e tira, ma la palla finisce di poco a lato della porta difesa da Siaulys. Il Legnano continua a non farsi vedere in avanti, lasciando parecchio spazio alle offensive del Città di Varese. Al 35′ è Beretta che parte sulla destra in contropiede ma il suo passaggio verso i compagni non viene sfruttato a dovere e l’azione sfuma.

Un minuto più tardi Capelli entra in area, Luoni interviene ed il giocatore biancorosso finisce a terra. I padroni di casa chiedono (probabilmente a ragione…) il rigore ma per il Sig. Petrov l’intervento del difensore lilla è stato sulla palla. Al 40′ Otelè insacca ma in posizione di chiaro fuorigioco, a gioco fermo Russo gli dice qualcosa e forse i due entrano in contatto, ma l’attaccante varesino si getta letteralmente a terra come fulminato, ma l’arbitro non abbocca e non scatta nessun provvedimento.

Il primo tempo si chiude con il Città di Varese meritatamente in vantaggio e con un Legnano praticamente mai entrato in partita.

Mister Sgrò opera due cambi ad inizio ripresa, facendo entrare Fabrizio De Stefano e Mattia Tunesi al posto di Radaelli e Bingo, mentre i padroni di casa fanno entrare Nicastri al posto di Petito. Appena il tempo di iniziare ed ecco il pareggio dei lilla con Gasparri che è lesto di piede a mettere dentro un corner di Beretta, in qualla che si può definire come la prima vera azione d’attacco dei lilla da inizio gara.

Al 12′ Cocuzza ha sui piedi la palla del vantaggio: parte veloce sulla fascia sinistra, arriva fino al limite dell’area, cerca di superare Siaulys che gli viene incontro ma calcia troppo largo e la palla lentamente esce dalla parte opposta.

Il Città di Varese appare un poco stanco e sembra soffrire le corse sulle fasce dei lilla, ma su un azione di rimessa al 68′ la palla finisce a Capelli che dalla trequarti si porta palla al piede fino dentro l’area e poi decide di tirare, centrando la sua doppietta personale e riportando i biancorossi in vantaggio. Passano solo cinque minuti ed i padroni di casa trovano la terza rete con Disabato, capace di sfruttare con freddezza dal limite dell’area un preciso assist di Minaj.

La partita di fatto finisce qui, con il Città di Varese che vince il suo secondo recupero e si porta a quota 29, il Legnano resta mestamente a metà classifica, perdendo forse definitivamente di vista il possibile aggancio ai playoff.

Nell’altro recupero, l’Imperia ha battuto per 2-1 il Casale con una doppietta di Poesio.

 

Città di Varese – Legnano 3-1 (1-0)
Gol: 20′ Capelli (CV), 47′ Gasparri (L), 68′ Capelli (CV), 73′ Disabato (CV)

Città di Varese: Siaulyis, Petito (46′ Nicastri), Quitadamo, Parpinel, Capelli, Beak (78′ Polo), Mapelli, Scampini (59′ Disabato) Aprile, Otelè (61′ Balla), Minaj (89′ Aiolfi).
In panchina: Lassi, Snidarcig, Delavedova.
Allenatore: Rossi (in tribuna per squalifica)-
Legnano: Russo, Ortolani, De Stefano D., Di Lernia (85′ Brusa), Nava, Luoni (71′ Pellini), Beretta, Bingo (De Stefano F.), Cocuzza (78′ Frau), Radaelli (46′ Tunesi), Gasparri.
In panchina: Colnaghi, Barbui, Brusa, Todaj, Diana, Tunesi.
Allenatore; Sgrò.
Arbitro: Petrov di Roma 1.
Ammoniti: Beak (CV), Di Lernia (L).
Espulsi: nessuno
Recupero: 2′ pt – 5′ st.

La classifica aggiornata QUI >>