Quantcast

Pro Patria, per i 100 anni arriva l’Albissola

Mister Javorcic: "Mi aspetto un impegno difficile"

BUSTO ARSIZIO – Domani, domenica 24 febbraio, per Busto Arsizio sarà una giornata indimenticabile con la ricorrenza dei 100 anni della Pro Patria che alle 14.30 gioca contro l’Albissola.

Siamo orgogliosi di giocare questa partita, è una grande emozione che cercavamo e vogliamo fare bene sul campo” ha dichiarato Mister Javorcic in conferenza stampa.

Il Tecnico dei Biancoblù non vuole però distrazioni: “Ci sarà un clima di festa allo stadio ma sul campo si giocherà una partita che mi aspetto sicuramente difficile contro una squadra che ha innestato degli elementi d’esperienza ed è sempre pronta a dare del filo da torcere a tutti“.

Dopo l’immeritato passo falso di Piacenza, si vuole tornare a muovere la classifica: “Piacenza ci ha detto quello che sapevamo che per competere contro squadre di un certo livello, occorre essere quasi perfetti e altrettanto cinici: da quella gara siamo venuti via comunque con un’ottima prestazione e con questa convinzione e fa piacere sapere che anche gli avversari tengano in considerazione questa squadra per la posizione che occupa e che ci siamo guadagnati in questo percorso partendo come Albissola e Gozzano anche loro neopromosse ma imparando a crescere dopo anche le sconfitte e con un grande lavoro negli allenamenti in campo“.

Domani sarà la festa del popolo biancoblù e per noi sarà motivo di orgoglio portare una maglia che ha una grande storia nel calcio e che è stata anche uno dei motivi che mi hanno fatto accettare di misurarmi in questa avventura quando sono stato chiamato ad allenare” sottolinea l’Allenatore della Pro Patria.

Unico non convocato Gucci, mentre il probabile 11 dovrebbe essere il seguente:

Tornaghi; Battistini, Zaro, Lombardoni; Mora, Colombo, Bertoni, Ghioldi, Galli; Santana, Mastroianni.