Quantcast

Focus tecnico con Mister Fiorito: i difensori centrali

L'ex tecnico lilla ci spiega un ruolo fondamentale nel calcio moderno

LEGNANO – Il difensore centrale non è più solo l’arcigno marcatore che non deve dare scampo all’attaccante avversario ma anche il primo regista della squadra come spiega nel consueto focus tecnico Mister Giuseppe Fiorito.

Ora sia che si giochi a 4 o 3, i centrali di difesa hanno un ruolo fondamentale non solo nella fase difensiva nel vincere i duelli, negli uno contro uno, nel giocare contro gli attaccanti e nel leggere le situazioni, quando occorre staccarsi e salire e affrontare l’avversario. Tutte queste situazioni devono essere conosciute alla perfezione, ormai inizia l’azione da dietro come accade per il portiere“.

Negli ultimi anni il difensore centrale è il giocatore che tocca più palloni di tutti gli altri compagni in una partita di calci, quindi significa che nella fase di costruzione il suo lavoro è veramente fondamentale, poi è chiaro che ci sono anche giocatori con qualità tecniche per aprire il gioco in ampiezza o effettuare filtranti o mettere il pallone dietro la linea con un lancio lungo e non tutti hanno invece questa capacità di questi palloni per la fase offensiva“.

Un ruolo che entra in gioco in relazione agli altri: “Il mediano oggi fa il metodista, in base come gioca la squadra ad esempio a 3, in mezzo rappresenta il vertice basso del centrocampo, ha quel tipo di ruolo principale nella costruzione del gioco, quando un avversario marca bene il metodista/ playmaker che deve iniziare l’azione da dietro, è chiaro che i difensore centrali sono a loro volta i i primi chiamati a partecipare alla manovra in fase di costruzione. Dipende dalle scelte dell’allenatore: c’è chi preferisce che si punti sulla seconda palla o chi da dietro dal portiere, a maggior ragione oggi le squadre avversarie vanno perciò sempre in pressione a uomo sul playmaker e allora si ovvia a questa situazione con i difensori centrali coinvolti nel palleggio“.

I difensori centrali sono poi dei goleador all’occorrenza: “L’ aspetto fisico è importante in tutta la squadra ma anche principalmente in quel ruolo perchè i difensori centrali sono abili nel gioco aereo o comunque l’altezza può essere un vantaggio nel gioco aereo e poter difendere sulle palle inattive o calciate lunghe dai centrocampisti per cercare attaccanti. anche in rapidità e velocità quando affrontati nell’uno contro uno. E’ chiaro poi che sulle palle inattive a favore, occorre avere bravi difensori centrali alti ma anche con il tempo nella staccata: è un gesto tecnico il colpo di testa, un’arma importante. Con l’altezza, contano il tempo di smarcamento e lo stacco in maniera corretta e tecnica giusta per andare a segnare“.

(foto Juventus.com)

Più informazioni su