Quantcast

Futura: comincia a Torino il girone di ritorno

Trasferta piemontese nell'anticipo del sabato

BUSTO ARSIZIO – Dopo aver dimostrato tanto ma raccolto molto poco in trasferta, la Futura Volley Giovani ricomincia il girone di ritorno dal campo del CUS Barricalla Torino, consapevole delle proprie forze e ben determinata a portarsi a casa i primi punti esterni del campionato.

Le prove di forza al San Luigi ormai non sono un’eccezione e la grinta con cui le Cocche hanno sconfitto Trento e Marsala lo dimostra: Torino si dovrà aspettare una partita ben diversa da quella che segnò l’esordio in A2 della Futura.

Tutti i presupposti ci dicono quindi che l’anticipo di sabato pomeriggio sarà una partita tesa e combattuta: Torino attualmente occupa la quinta piazza in classifica, a +5 sulle biancorosse, un ostacolo difficile ma non insormontabile.

Queste nove giornate ci hanno aiutato ad acquisire i ritmi partita richiesti da questo campionato – dice coach Matteo Lucchini, ma soprattutto a strutturarci mentalmente: tante delle cose che facciamo sono frutto di una grande motivazione, e con la medesima motivazione dovremo giocare anche sabato, cercando di mettere a frutto il lavoro sviluppato in settimana“.

Sabato è una partita da bollino rosso – continua Lucchini sul sito ufficiale della Futura –, ma ci presentiamo in maniera molto differente dall’andata: l’obiettivo è quello di portare a casa dei punti in trasferta, è necessario provarci perché dobbiamo pensare di poter muovere la classifica in ogni giornata disponibile. Non sarà facile perché giocare al PalaRuffini è molto complicato, in più il CUS in casa è un osso duro; dovremo innanzitutto essere sintonizzati sullo stesso canale che ci ha permesso di giocarcela sia a Ravenna che a Montecchio, ed uscire dal prossimo match con la consapevolezza di aver dato tutto ciò che si sarebbe potuto dare“.

Attenta anche l’analisi del libero biancorosso, Barbara Garzonio: “Cosa sia scattato di preciso non lo so, ma senza presunzione posso dire che siamo una delle squadre in Serie A che lavora di più: passiamo tantissime ore in palestra, e di certo questi sacrifici pagano nel lungo periodo in termini di prestazioni e di unità d’intenti. Avere la consapevolezza di giocare bene, poi, ci sta spingendo a fare sempre meglio. Torino è una squadra molto difficile da affrontare – Prosegue Garzonio, sull’avversario di sabato –, il suo gioco potrebbe definirsi semplice ma tremendamente efficace: lavorano molto bene in difesa e possiedono una formazione senza punti deboli, soprattutto giocano in un palasport enorme che per noi costituirà una ulteriore difficoltà. Sono però convinta che la partita sarà diversissima rispetto a quella dell’andata: abbiamo acquisito sicurezza nei nostri mezzi, per questo ci recheremo in trasferta per cercare di fare risultato“.

GLI ALTRI MATCH DELLA 10^ GIORNATA
Acqua&Sapone Roma – Delta Informatica Trentino
Roana Cbf HR Macerata – Lpm Bam Mondovì
Olimpia Teodora Ravenna – P2P Smilers Baronissi
Ipag Montecchio – Sigel Marsala