Quantcast

PARABIAGO: Parchi giochi ancora vietati ai bimbi, ma aperti ai cani.

Parabiago prosegue con la linea dell'intransigenza. Chiuse al pubblico anche le aree attrezzate per l'attività fisica

PARABIAGO –  “Abbiamo emesso ordinanza che mantiene ancora temporaneamente chiusi i parchi e le aree verdi con giochi ludici per bambini”. Il sindaco di Parabiago. Raffaele Cucchi, mantiene la linea dura nei confronti delle aree verdi comunali che quindi resteranno chiuse.

A seguito delle nuove direttive contenute nel decreto-legge 16 maggio 2020 n. 33 “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19” pubblicato sulla G.U.R.I. n. 125 S.G. del 16.05.2020, le cui disposizioni si applicano a decorrere dal 18 maggio 2020 e fino al 31 luglio 2020 e viste le “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19” in data 15 maggio 2020 predisposte dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed in particolare la parte relativa alla riapertura regolamentata di parchi e di giardini pubblici per la loro possibile frequentazione da parte di bambini, anche di età inferiore ai 3 anni, e di adolescenti con genitori o adulti familiari, l’Amministrazione comunale ha emesso ORDINANZA N.60 PER LA CHIUSURA TEMPORANEA DEI PARCHI, GIARDINI E AREE VERDI COMUNALI CONTENENTI SPAZI LUDICO-RICREATIVI PER BAMBINI.

Pertanto, con effetto dal 18 maggio 2020 e per il periodo di tempo necessario all’Amministrazione comunale per attuare le previsioni delle Linee guida richiamate in premessa, restano temporaneamente chiusi al pubblico i parchi e giardini pubblici recintati che contengono al loro interno aree ludico-ricreative per bambini, ubicati come segue sul territorio comunale:

-via Comerio e via Ungaretti in frazione San Lorenzo;
-Villa Corvini, via crivelli/via sant’Antonio, via Tommaso Grossi/via Pindemonte, via Monsignor Pogliani/via Principe Amedeo e via Ovidio in Parabiago centro;
-via Olona e piazza don Carlo Sada in frazione Villastanza;
-via Piemonte/via Masciadri, via De Santis/via Giacosa in frazione Ravello;
-via Casorezzo in frazione Villapia;

Inoltre, con effetto dal 18 maggio 2020 e per il periodo di tempo necessario all’Amministrazione comunale per attuare le previsioni delle Linee guida richiamate in premessa, restano altresì chiuse al pubblico le aree attrezzate per l’attività fisica di via Cuoco, via Monastero e via Benedetto Croce;
Infine, con effetto dal 18 maggio 2020 saranno aperti al pubblico i parchi ed aree verdi di via Zanella, via Cimabue e via Einaudi, come pure le aree destinate allo sgambamento dei cani sul territorio comunale.