Quantcast

Uyba: successo importante contro Perugia fotogallery

Vittoria in tre set per le Farfalle sulle ospiti umbre

BUSTO ARSIZIO – Avvio di 2021 col sorriso per la Uyba che batte con un rotondo 3-0 la Bartoccini Fortinfissi Perugia, al termine di una partita comunque non semplice come il punteggio potrebbe sottintendere. Le ospiti umbre, infatti, sono partite con il turbo, salvo poi spegnersi e riprendersi a corrente alternata.

Questa prestazione altalenante ha permesso alle Farfalle di costruirsi poco per volta vantaggi sempre più consistenti, dati dalla regia abilmente costruita da Poulter, che ha permesso di andare in doppia cifra a Mingardi (top-scorer con 17 pt) e Gray (15 pt), entrambe determinanti per il successo.

Ottima partita anche per le due centrali, con Olivotto più incisiva nelle fasi iniziali, mentre Stevanovic ci ha messo un po’ a carburare, ma nel secondo e nel terzo set ha dato prova di grande solidità.

Capitan Gennari si è fatta vedere in avanti quando richiesto, dando sempre il proprio contributo importante anche in chiave difensiva, dove Giulia Leonardi ha gestito con autorevolezza gli attacchi ospiti.

Perugia, con la sola Carcaces costante nell’arco dell’intera partita, si è rialzata nel finale, rischiando di prolungare le ostilità, ma una poderosa diagonale di Gray ha annullato il set-point.

Un successo dunque che porta morale nello spogliatoio biancorosso e che rilancia l’Unet in classifica, in vista anche dei numerosi recuperi che le Farfalle dovranno affrontare.

La cronaca:
Primo set 1-0 (25-20)
Avvio prepotente quello di Perugia che, con Casillo dai 9 metri, mette in crisi la ricezione biancorossa: la Uyba non riesce a creare attacchi e così le umbre volano (0-4, 1-5). Le ospiti però mollano leggermente e subiscono il rientro delle Farfalle che, senza troppi sforzi, riportano il punteggio sulla parità, e Mazzanti chiama il time-out. Con un break letale l’Unet schizza a +4, spinta dai muri di Mingardi e Gennari, mentre primo tempo e ace di Olivotto chiudono il cerchio (12-8). Ogni tentativo di recupero perugino è stoppato sul nascere dalle volitive biancorosse, abili a sfruttare il centro, con Stevanovic e, soprattutto, Olivotto, decisamente sul pezzo (16-12, 18-13, dentro Aelbrecht per Koolhaas). Clamoroso blackout biancorosso: Uyba in palla e Perugia sbriciola il gap di svantaggio con Aelbrecht e l’ace di Carcaces, 18-16 e tutto da rifare. Il time-out chiamato da Musso non sistema le cose in campo e Mlinar, sfruttando un miracolo in difesa di Rumori, manda a punto la parallela del -1 perugino. Ortolani spinge ma dall’altra parte capitan Gennari replica imperiosa e fa respirare il suo team, Mazzanti lancia nella mischia l’ex Havelkova, le Farfalle sono costrette a soffrire fino all’ultimo ma si compattano e portano a casa il set grazie alle ultime due marcature di Stevanovic e Mingardi (6 pt).

Secondo set 2-0 (25-18)
Questa volta è l’Unet a scappare (4-1), ma Perugia stringe i denti e, con Mlinar e Carcaces, rosicchia qualcosa, poi il doppio muro di Casillo sigla il break del 5-7. Farfalle brave a riorganizzarsi immediatamente e abili nello sfruttare al meglio il perfetto stato di forma di Camilla Mingardi, cercata spesso da Poulter (13-10). Perugia non gioca più in modo fluido e fatica sia in ricezione sia nella costruzione del gioco, Mazzanti è costretto al time-out per trovare nuove soluzioni che vada oltre gli attacchi di Carcaces e Casillo, (Cecchetto per Rumori in seconda linea e Di Iulio in regia per Agrifoglio). La Uyba spinge con costanza e sfrutta diversi errori ospiti, senza dare una netta sterzata al set ma attaccando con decisione nel momento topico, con una Mingardi imprendibile (19–13). Mazzanti si gioca ancora la carta Havelkova, mentre Musso in seconda inserisce Piccinini per Gray, ma è ancora Olivotto a dare spettacolo, in primo tempo e poi dai 9 metri (22-14) e per Perugia c’è ben poco da fare, il divario è troppo e il 2-0 è scontato.

Terzo set 3-0 (26-24)
Al ritorno sul taraflex Perugia mantiene Havelkova e Di Iulio in campo, con Rumori tornata a difendere. Sebbene nei primi scambi assistiamo ad un sostanziale equilibrio, Gray rompe gli indugi e vince il jackpot:7-3 e Perugia messa al muro. Mai dire mai però, perché se da una parte Mingardi e Gray non falliscono un colpo, per la Bartoccini Fortinfissi Ortolani suona la carica e Carcaces la segue a ruota, con in mezzo un muro di Di Iulio: 9-9. Nuovo cambio di passo per le Farfalle che allungano grazie a Stevanovic e al muro solido di Pulter ed è +4. Tornano in campo Mlinar e Agrifoglio, fuori Havelkova e Di Iulio, ma ormai il set ha preso un certo indirizzo ed è dura per le ospiti riequilibrare le sorti del match. La reazione umbra però è sorprendente e mette in apprensione la uyba (dentro Piccinini e Herrera Blanco), che si vede annullato il vantaggio da Carcaces e dal muro di Casillo (19-18), la stessa n.1 ospite segna ancora due punti che, aggiunti all’ace di Carcaces, mandano avanti Perugia (20-21). La luce si spegne a tratti nella metà campo biancorossa, con le ospiti che invece hanno la seria possibilità di prolungare la partita, ma Gray annulla il set-point ospite, poi Mlinar la manda out. Mingardi attacca, la palla carambola su Ortolani per poi rimbalzare sull’asta, ci vuole il videocheck ma alla fine è punto biancorosso.

Uyba-Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-0
(25-20, 25-18, 26-24)

Uyba: Poulter 1, Bressan (L) ne, Olivotto 5, Gennari 7, Bonelli ne, Gray 15, Leonardi (L), Mingardi 17, Piccinini, Campagnolo ne, Stefanovic 8, Escamilla ne, Bulovic ne, Herrera Blanco 1. Allenatore: Musso. Assistente: Gaviraghi.

Bartoccini Fortinfissi Perugia: Casillo 8, Carcaces 15, Agrifoglio, Scarabottini ne, Cecchetto (L), Di Iulio 1, Rumori (L), Mlinar 8, Koolhaas 4, Ortolani 11, Angeloni ne, Havelkova 2, Aelbrecht 1. Allenatore: Mazzanti. Assistente: Tortorici.

Arbitri: Boris – Guarneri

Note:
Uyba: 4 ace (7 errori in battuta), 50% in ricezione (22% perfetta), 44% in attacco, 8 muri.

Bartoccini Fortinfissi Perugia: 4 ace (5 errori in battuta), 51% in ricezione (23% perfetta), 32% in attacco, 5 muri.