Quantcast

Calcio dilettantistico e giovanile, un anno fa il covid ne decretava lo stop

Il Football Club Parabiago ripercorre l'anno più difficile per il calcio dilettantistico e giovanile

PARABIAGO (MI)Esattamente un anno fa si fermava il mondo del calcio dilettantistico e giovanile. L’ultima vera domenica completa fu quella del 16 febbraio 2020 dopodiché, da quel giorno, a causa dello scoppio della pandemia Covid niente è stato più come prima.

A maggio 2020 –  ricorda l’F.C. Parabiagoci siamo impegnati a stilare i protocolli per poter organizzare la stagione 2020/2021, nel mese di luglio finalmente si ritornava in campo in occasione degli Open Day, poi nel mese di agosto erano le squadre agonistiche a calcare i campi per l’ inizio della preparazione atletica, a settembre anche le formazioni della scuola calcio iniziavano gli allenamenti.

Il 27 settembre erano timidamente ritornate in campo per i campionati la “prima squadra” e gli allievi regionali Under 16, ed ad ottobre iniziavano anche i campionati per tutte le altre formazioni, una normalità che durò poco infatti già dopo il 25 ottobre si richiudeva tutto.

Il Calcio Dilettanti e Giovanile è ormai fermo da un anno e all’orizzonte non si vede un progetto concreto di ripartenza. Si dice che ci sarà, si fanno ipotesi e si calcolano date, tuttavia è impossibile dire con certezza se e come ripartirà la macchina del pallone.

Una incertezza che Parabiago Football Club cerca di sopire dando continuità almeno negli allenamenti individuali che si stanno svolgendo al “Libero Ferrario” per tutte le sue venti squadre: “La speranza, per cui stiamo costantemente preparandoci, è che a breve arrivi l’apertura sugli sport di contatto con la possibilità di allenarsi regolarmente e di organizzare al “Libero Ferrario” tornei per tutte le squadre per ovviare al eventuale stop definitivo dei campionati. Rimanendo in attesa di un segnale da parte della nostra federazione, non smetteremo mai di impegnarci per portare di nuovo insieme la palla al centro del campo.”