Quantcast

Green Pass: a Busto Garolfo un bar sospende le consumazioni all’interno

La protesta del Cafe’ Gourmand: non abbiamo mai discriminato nessuno e mai lo faremo

BUSTO GAROLFO –  “La nostra è una decisione di principio: non abbiamo mai discriminato nessuno e mai lo faremo, non abbiamo intenzione di trovarci nel ruolo di controllare i documenti personali”.

Così il Cafe’ Gourmand  di Busto Garolfo sospende e consumazioni all’interno del bar.

Riteniamo che la situazione sanitaria dei nostri clienti sia una questione privata e di libera scelta. Il nostro rimane un luogo di socialità aperto a tutti”.

“Noi siamo un bar impostato sulla socialità e sulla famiglia; i nostri clienti arrivano per passare del tempo insieme. Avevamo già iniziato a pensare di sospendere in via momentanea il servizio all’interno già prima del 6 agosto, ma abbiamo deciso di vedere in termini di organizzazione cosa comportasse il dover chiedere a tutti i clienti il Green Pass per entrare.

Cafe’ Gourmand

In realtà si è rivelato molto complesso, sia per nostra organizzazione e gestione del servizio sia dover spiegare a ogni cliente la situazione. Inoltre è davvero brutto vedere le famiglie dividersi e per noi il servizio diventa ingestibile. Ne va anche della qualità del lavoro. Venire al bar deve essere un piacere, per questo abbiamo scelto di garantire il servizio solo all’esterno e al banco”.