Quantcast

Anche la Wiz vince a Pavia

Dopo i Knights sabato, anche la seconda squadra legnanese esce vincente dal PalaRavizza

PAVIA – Dopo i Knights, che in Serie B hanno battuto al PalaRavizza di Pavia la Omnia Basket (leggi nostro articolo QUI >>) anche la Wiz Basket Legnano ’91 in Serie C Silver esce vincente nello stesso fine settimana dallo stesso palazzetto, tanto che qualcuno un casa Wiz propone di chiamarlo “PalaraWIZza“…

Battute e ironia a parte, da qualche ora per il Basket Legnano ’91, l’impianto pavese si declina solo in questo modo. La nuova denominazione è figlia della bellissima vittoria, la prima della stagione, conquistata dalla formazione allenata da coach Roberto Beneggi sulla Sanmaurese Pavia. Così, dopo tre giri a vuoto, il tecnico gialloviola, raggiante, concretizza finalmente l’eccellente lavoro svolto in questo periodo e la solidità di un roster che, un pezzo alla volta, si presenta quasi (mancano pur sempre un pezzo da novanta come Simone Riboli e un valente under come Simone Radice) in versione “full optional”.

La WIZ, tosta e con lo sguardo che si addice alle squadre “vere” parte con Rinke, Hamadi, Battilana, Cantarin, Toia, aggredisce la gara fin dal salto a due, prende subito la testa (0-6 al 2°) e si prepara a recitare un lungo, esaltante, monologo. Alla metà del primo quarto il vantaggio legnanese è immutato (5-11) e, a buon ritmo offensivo, Legnano chiude il primo periodo avanti 14-19 con Toia che giganteggia sotto entrambi i tabelloni. Con la difesa legnanese che soffoca la coppia InfantiRoppo, Pavia prova qualche schermaglia con Gatto (21-24), ma l’impatto di Mike D’Ambrosio sulla gara, più che positivo – 7 punti con un triplone frontale al suo primo giro in campo del campionato – mantiene il gap in favore degli ospiti: 25-32 al 28° e 28-35 all’intervallo.

Dopo la pausa lunga la Sanmaurense riparte innestando le marce alte e si affida alla vena di Biraghi. L’ex-legnanese, evidentemente a suo agio in mezzo a tanti visi amici, inizia a crivellare il canestro (alla fine 23 per lui, miglior marcatore della gara) riavvicinando i padroni di casa sul 38-40 al 25°. Il match impatta sul 46-46, punteggio alla fine del terzo periodo, ma intanto, sempre più forte, addirittura vorticosa, sale la presenza di Andreas Rinke. L’esplosivo playmaker “wizer” segna la gara sui due lati del campo. Produce difese di alto livello, mentre in attacco realizza due triple utili per dare un’altra spallata, quella decisiva, a Pavia: 51-57 al 38°. A questo punto il team di coach Fossati, ormai sulle gambe, capisce di non averne più e, cavallerescamente, consegna le armi a WIZ. Legnano, brava e lucida, chiude in totale controllo, 58-63, e urla a se stessa che, sì, il nostro campionato può finalmente cominciare.

Sanmaurense Pavia – WIZ Legnano ’91 58 – 63 (14-19) (28-35) (46-46)

Sanmaurense Pavia: Biraghi 23, Gatto 11, Poggi 11, Pagetti 4, Infanti 3, Ragni 3, Roppo 3, Botteri, De Giorgio, Gualandi ne, Pinto ne, Gavoni ne.
Allenatore: Fossati
WIZ Legnano ’91: Rinke 19, Hamadi 15, D’Ambrosio M. 8, Toia 8, Battilana 6, Cantarin 4, Portaluppi 3, D’Ambrosio D., Fasani, Lodi ne, Riboli ne, Guzzetti ne:
Allenatore: Beneggi.