Quantcast

Legnano-Saronno, ai lilla il “piccolo derby” foto video

Legnano – FBC Saronno 1-0 (0-0)
Gol: 89′ Panigada

 

Legnano: Anedda, Ortolani, Azzolin, Mavilla, Scarcella, Mele, Trabuio, Provasio, Panigada, Crea (76′ De Angelis), Myrteza.
In panchina: Romanò, De Lucia, Bonomi, Marcolini, Leotta, Borghi
Allenatore: Rovellini.
FBC Saronno: Rossi, Pisoni, Galli G., Maronni, Cantoni, Torrisi, Corona (52′ Nagliati), Ferraro, Colombo, Scavo, Surace (88′ Lucarelli).
In panchina: Tutone, Cakollari, Lardera, Galli S., Munari.
Allenatore: Pilla
Arbitro: Santinelli di Bergamo
Ammoniti: Mele, Scarcella, Scavo, Colombo, Maronni.
Espulsi: nessuno
Angoli: 8-2
Recupero: p.t. 0′ – s.t. 3′.

 

Non è il derby ma Legnano-Saronno è sempre una classica molto sentita per il nostro calcio (vedi gli sfottò anche tra le rispettive tifoserie, con saronnesi in minoranza e sistemati tra i popolari). Tra gli ospiti ex di turno Scavo, Surace e Colombo. E’ la prima volta dei lilla senza Ianni dopo l’addio, esordio tra i pali dell’ex Cagliari Anedda. Quando la partita pare terminare sullo 0 a 0, ci pensa in Zona Cesarini il bomber Panigada con un grandissimo gol che manda in visibilio tutto lo stadio.

 

LA CRONACA

Primo tempo
2′ Trabuio palla in aerea ma la conclusione è abbondantemente sopra la traversa.
10′ conclusione di Colombo, Anedda tocca in corner
14′ Panigada parte palla al piedi dalla fascia sinistra e arriva in area ma Rossi di piede devia in corner
17′ elegante scambio Panigada-Myrteza, cross in mezzo di quest’ultimo ma a porta vuota nessuno dei Lilla ne approfitta
18′ tiro di Mavilla dalla distanza a lato.
25′ altro tiro ma svirgolato di Mavilla.
26′ si fa vivo il Saronno, tiro di Surace, Anedda raccoglie facilmente.
29′ ancora una sgroppata di Panigada che fa a sportellate con gli avversari, ma la sua corsa si ferma all’ingresso dell’area ospite
32′ tiro cross di Scavo, Anedda con i pugni respinge
33′ conclusione di Corona di poco a lato
36′ lancio lungo di Azzolin per Panigada ancora sulla fascia sinistra entra in area, dribbla l’avversario, il portiere respinge e poi su Myrteza salva Torrisi a porta vuota.
41′ tiro di Crea da fuori area, palla a lato
43′ incursione di Pisoni, palla in mezzo e Corona in area piccola manda fuori
45′ senza minuti di recupero si conclude il primo tempo sullo 0-0

Secondo tempo
2′ ancora Panigada sulla sinistra entra in area e Rossi respinge
2′ sul rovesciamento di fronte Anedda rischia il pasticcio su pressione degli avversari
4′ tiro in scivolata di Surace, centrale, Anedda blocca a terra
15′ punizione di Crea da poco fuori dell’area saronnese, di poco alto
20′ su calcio d’angolo, colpo di testa a lato di Mele
23′ cross di Ortolani in mezzo e Cantoni anticipa Myrteza
23′ su corner mezza rovesciata di Panigada, palla fuori
28′ destro a giro di Colombo, fuori.
31′ ancora una punizione per i Lilla: batte Crea, palla fuori di un soffio,
40′ cross di Ortolani, colpo di testa di Panigada sul secondo palo, pallone fuori di poco
Gol: 44′ Ortolani per Panigada in area, il bomber controlla si gira e con una botta manda sotto la traversa per il vantaggio
46′ diagonale Ortolani
48′ la gara termina 1 a 0 per il Legnano rete di Panigada.

 

LA SALA STAMPA

Mister Rovellini (allenatore A.C. Legnano): “Sicuramente sapevamo che questa era una gara difficile, il Saronno non merita questa posizione, hanno giocatori d’esperienza e di categoria, hanno fatto bella gara. Noi non siamo stati molto brillanti, abbiamo forse pagato lo scotto di settimana scorsa, abbiamo sbagliato tanti passaggi e fraseggi, abbiamo sbagliato i cross, dobbiamo essere più cattivi in fase realizzativa,ma il calcio a volte è questo con il risultato che arriva nel finale.

evo fare i complimenti alla mia squadra, ha giocato una gara difficile ma abbiamo meritato: l’occasione capitata a Myrteza doveva essere sfruttata con più cattiveria. Alla fine la partita l’ha determinata Panigada per l’abitudine a fare gol: dobbiamo comunque dire bravi al Saronno e fare un plauso a tutto lo stadio. I Boys Lilla ci hanno sostenuto con grande passione, meritano questa vittoria con noi: hanno tifato per noi ancora una volta dall’ inizio alla fine.Siamo grati perchè ci aiutano sempre.

l Legnano anche con loro può fare grandi cose. Ci siamo ripresi ciò che avevamo perso settimana scorsa al 94′: questa volta l’abbiamo ripreso al 44′ del secondo perchè il calcio si gioca fino al 90′ e il gol si può prendere all’inizio e alla fine di una partita. Anedda ha dato sicurezza in porta: è arrivato solo giovedì, disputando due allenamenti con noi, Mavilla poi non si era allenato tutta settimana, avevamo qualche acciacco. 

giocatori che partono dall’inizio stanno tirando la carretta: a dicembre speriamo di poter dare alternative recupero e respiro, con la Società del Presidente Munafò cercheremo di rafforzare dove possibile la squadra. Non abbiamo alternative, dall’inizio abbiamo perso tre giocatori, Rovrena, Ianni e Selim: purtroppo non era mai capitato a Legnano, i giocatori vogliono andare via, da legnanese faccio fatica a capirlo, ma ognuno è libero di fare come gli pare. Quella di Ianni è stata una sua scelta da ciò che ho letto, magari in categoria superiore lo vogliono, magari non si trovava bene, resta un grande giocatore, ma l’unico appunto che gli faccio è che ha voluto andare via ma almeno doveva venire a salutare i suoi compagni.

Io voglio giocatori che a Legnano sanno cosa vuol dire essere qui e dover uscire dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto, lo facevo io per 25 anni: uscire e aver dato tutto, poi con mia coscienza ero tranquillo. Quando cerchi di sistemare la squadra a dicembre non è mai facile,sono tanti i giocatori che conosci, ora però cercare una punta che giochi con Panigada, che possa sostituirlo e magari giocare anche con tre attaccanti avanti, dovrà essere ben ponderato. Al di là di ciò che mi piacerebbe, vediamo anche cosa le altre squadre lasciano“.

Stefano Panigada (marcatore gol lilla): “Alla fine il risultato dice che ci è voluta l’individualità a fare la differenza, ma è mancato poco nel primo tempo, il dettaglio, che poi la giocata individuale riesce a portare a casa con l’aiuto però di tutta la squadra perché abbiamo vinto di squadra. La mia posizione in campo? Sicuramente io nasco prima punta, libero di fare miei movimenti, attacco la profondità: oggi il compagno d’attacco è mancato, siamo stati un po’ leggeri in avanti, Myrteza è giovane fa fatica ma con le sue caratteristiche possiamo arrivare a fare bene, è mancato un po’ di peso.

Per quanto riguarda il compagno ideale di reparto con Crea c’è un bel rapporto anche personale, poi ha grandi qualità, ma si ritrova un po’ in difficoltà se gioca a 70 metri dalla porta, diventa un centrocampista aggiunto. Per i rinfonzi in attacco ci sono il Presidente e il Mister, io mio partner ideale ce l’ho, inutile fare nomi, è già a posto e sta bene. Ho sentito Rampinini, però ha trovato una sistemazione lavorativa, credo non faccia più parte degli obiettivi societari“.

 

Questo i quadro dei risultati della giornata

ECCELLENZA GIR. A – XI GIORNATA DI ANDATA – Domenica 12 novembre

Accademia Pavese-Sancolombano 3-0
Busto ’81-Ardor Lazzate 2-2
Castellanzese-Calvairate 0-0
Cavenago Fanfulla-Sestese 2-1
Città di Vigevano-Alcione 2-1
Fenegrò-Union Villa Cassano 2-1
Legnano-Saronno 1-0
Verbano-Accademia Gaggiano 1-1
Riposa: Lomellina