Quantcast

La rimonta di Modena non lascia scampo alla Sab: 2-3 fotogallery video

Le Aquile vanno in vantaggio 2-0 ma la Liu Jo, spinta dall'ispirata Mingardi, trova la rimonta

SAB VOLLEY LEGNANO-LIU JO NORDMECCANICA MODENA 2-3
(25-22; 29-27; 18-25; 13-25; 15-17)

SAB VOLLEY LEGNANO: Degradi (16), Bartesaghi (1), Lussana (L), Pencova (10), Cumino, Ogoms (9), Martinelli (1), Coneo (13), Caracuta, Barcellini (13). Allenatore: Buonavita.

LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Garzaro (9), Pietersen (3), Heyrman (18), Leonardi (L), Montano (3), Bosetti (11), Ferretti (7), Mingardi (17), Pistolesi, Pincerato (ne), Barun (16), Bisconti (ne). Allenatore Fenoglio.

ARBITRI: Alessandro Tanasi e Marco Zingaro.

MVP: Barun.

LEGNANO – Una grande Sab, capace di andare sul 2-0 contro la Liu Jo, non ha saputo mantenere la calma nella parte centrale della partita, concedendo troppo alle avversarie, spinte da una Mingardi in grande giornata, accolta dalla curva con uno striscione che recita “La tua maglia non ha colore, per noi Eagles Cami nel cuore”.

Giallonere che hanno molto da recriminare, perché le potenzialità delle singole giocatrici oggi si sono espresse al massimo, ma occorre tenere alta la tensione fino alla fine, cosa che oggi non è stato fatto.

Nel tie break le Aquile hanno anche conquistato per due volte il match point, non trasformato, mentre la Liu Jo ha sfruttato le occasioni che le si sono presentate.

Alla fine dunque è soltanto uno il punto conquistato dalle giallonere, che così raggiungono Bergamo a quota 15.

PRIMO SET: 1-0 (6-8) (12-16) (25-22)
Se la giocano punto a punto le due squadre, che non si risparmiano: dopo l’avvio prorompente di Modena, con due ace consecutivi segnati da Ferretti, la Sab rientra subito in partita e passa anche in vantaggio sul 4-3, punto seguito subito da una bella diagonale di Barcellini, che è partita con il turbo, per il 5-3.

Cinque punti di fila, durante il servizio di Montano, proiettano Modena in avanti, sul 6-10, vantaggio poi mantenuto con intelligenza, nonostante i tentativi delle Aquile che vanno a segno soprattutto su errori delle ospiti (10-13).

Modena prova la fuga senza trovarla e la Sab reagisce da grande squadra, avvicinandosi sempre più alle avversarie, con Barcellini, il muro di Pencova e infine con l’ace di Degradi che vale il punto del 18-18, con il pubblico in visibilio.

Ora le due squadre se la giocano a viso aperto, senza esclusione di colpi: Legnano passa in vantaggio con Pencova, poi Modena pareggia, ma le giallonere tengono duro e gestiscono sempre almeno un punto di vantaggio, fino all’out di Montano: 22-20 Sab.

Le ospiti non vogliono concedere nulla e tentano di salvare il salvabile, anche se ormai la Sab è lanciata verso la conquista del set, e non sbaglia più nulla: infatti, dopo la schiacciata di Bosetti che annulla il primo set point giallonero, è con un muro preciso su Mingardi che le giallonere si prendono, a buon diritto, il primo set, chiudendolo a +3, dopo essere state anche sotto di 4 lunghezze, nella fase centrale.

SECONDO SET: 2-0 (6-8) (12-16) (29-27)
Fenoglio decide di rimescolare le carte in campo, togliendo Mingardi, nonostante i 4 punti da lei segnati nel primo set, e inserisce Barun.

La Liu Jo ci prova ancora, ma ha di fronte una squadra pronta a vendere cara la pelle e così le due squadre si rincorrono punto a punto, ma alla lunga la spuntano le modenesi, che trovano il triplo vantaggio (6-9) dopo un out di Caracuta.

Vantaggio che aumenta ancora con il doppio muro della Liu Jo (7-11) e la Sab che, a questo punto, deve riorganizzarsi, soprattutto in fase difensiva.

La caparbietà delle Aquile fa rimontare la squadra fino al -2, con Coneo e Degradi, oltre ai punti sempre importanti di Barcellini, ma Modena ha capito il gioco delle giallonere e riesce a piazzare un break di 4 punti, andando sul 12-17.

Partita sempre molto bella, e la spinta giallonera porta ad un’ulteriore piccola rimonta: 18-20, con Degradi sempre protagonista, ma vanno sottolineati anche i salvataggi di Lussana e i punti di Coneo, che mette a segno delle pipe letali.

Dopo ben quattro errori consecutivi da servizio, di Cumino, Barun, Degradi e Pistolesi, la Sab centra il punto del pareggio: 23-23, con un finale tutto da vedere.

Coneo si conquista il set point con una bella diagonale stretta, ma Heyrman prende subito il 24-24, cui segue un out di Degradi, che concede a Modena la possibilità di portarsi sull’1-1, sprecata malamente da Heyrman, che spara fuori il servizio: 25-25.

Grande finale della Sab che replica punto su punto alle ospiti e si portano a casa meritatamente anche il secondo set, dopo la strepitosa rimonta che ha reso protagoniste le giallonere: 29-27, con Coneo e Degradi senza dubbio protagoniste, anche se tutte hanno giocato benissimo, con un grande carattere.

TERZO SET: 2-1 (8-6) (13-16) (18-25)
Mingardi rientra in campo indiavolata e segna 3 punti con grande rabbia, ma le compagne ora non la seguono, così la Sab ne approfitta per allungare sull’8-6, anche se in poche battute la Liu Jo riesce a trovare il pareggio, prima con Barun, poi ancora con Mingardi.

Modena riesce comunque a rientrare in gara, allungando anche sull’11-14, con un po’ di sfortuna che ha colpito questa volta le Aquile, sebbene attacchino sempre con potenza e intelligenza.

La Sab ha un calo di tensione, a nulla servono gli ingressi di Bartesaghi e Cumino per Barcellini e Caracuta, e Modena si riporta in avanti di 5 lunghezze, con una Heyrman ora trascinatrice della squadra, seguita a ruota da Mingardi, che continua a macinare punti (14-19).

A questo punto la rimonta per la Sab non è più prossibile, come accaduto nei due set precedenti, e la Liu Jo si invola verso la vittoria del terzo set, riaprendo le danze per quanto riguarda il risultato finale. Il definitivo 18-25 arriva con una potente schiacciata di Mingardi, dopo che comunque le giallonere sono state in grado di annullare due set point.

QUARTO SET: 2-2 (7-8) (11-16) (13-25)
Quarto set prevedibilmente teso, infatti le due squadre giocano ora un volley poco spregiudicato, osando davvero il minimo, e prendendosi  continuamente, con Modena che trova lo slancio decisivo sul 7-7, quando un out di Pencova da servizio manda avanti le ospiti.

La liu Jo non ci sta a perdere e cerca di allungare il più possibile in queste prime fasi di set, portandosi sul 9-13 con il furbo appoggio di Garzaro che spiazza la retroguardia giallonera.

Le giallonere si fanno nervose, vanno in affanno sia in difesa sia in attacco e iniziano a sbagliare palloni semplici, con la conseguenza che Modena, che invece di errori ne compie davvero pochi, va sul +6 (12-18).

Con un pazzesco break di 7 punti Modena conquista il 2-2, al termine di un quarto set in cui non c’è stata davvero partita. Anche due ace di Mingardi durante il forcing finale modenese, con la Sab tramortina e incapace di reagire.

QUINTO SET: 2-3 (7-8) (15-17)
Parte subito forte Modena, che non vuole buttare via la partita, dopo la rimonta che l’ha portata dal 2-0 al 2-2 e, con la spinta di Heyrman va sull’1-3 e la Sab è subito costretta a inseguire.

Giallonere che trovano però subito il vantaggio, sul 5-4, dopo un bel muro di Pencova e un errore di Barun.

A sua volta Modena si riporta in avanti di due lunghezze, dopo un out di Degradi, che sbaglia una pipe, e un bel punto da muro di Barun.

La tensione è altissima ma la Sab non si lascia prendere dal panico e con due punti di Barcellini e un muro dell’intramontabile Pencova si porta in avanti sul 13-12, con Barun che poco dopo la schiaccia fuori: match point per le giallonere, che però sprecano, e Modena pareggia i conti.

Le Aquile conquistano anche un altro match point, con Coneo, che mette a terra un bel pallonetto, ma Modena reagisce con Barun, prendendosi poi il suo match point con un mani out guadagnato da Mingardi, cui segue un out di Pencova, che regala la vittoria a Modena.

 

[matches league_id=8 mode=]

LA CLASSIFICA

Imoco Volley Conegliano 47

Igor Gorgonzola Novara 43

Savino Del Bene Scandicci 39

Unet E-Work Busto Arsizio 32

Saugella Team Monza 30

Liu Jo Nordmeccanica Modena 29

Mycicero Volley Pesaro 26

Il Bisonte Firenze 20

Pomì Casalmaggiore 17

Foppapedretti Bergamo 15

Sab Volley Legnano 15

Lardini Filottrano 11

Più informazioni su